le notizie che fanno testo, dal 2010

Michelle Hunziker: assolto lo stalker, non imputabile

Per due anni ha perseguitato Michelle Hunziker tanto che la showgirl ha dovuto anche cambiare le sue abitudini, ma il giudice ha dichiarato la non imputabilità dell'imputato per totale infermità mentale. L'uomo sarebbe "inconsapevole della sua malattia".

Per due anni ha perseguitato Michelle Hunziker tanto che la showgirl ha dovuto anche cambiare le sue abitudini, ma il giudice della terza sezione penale ha dichiarato la non imputabilità dell'imputato per totale infermità mentale.
Fabrizio Piga, cagliaritano di 30 anni, è stato assolto perché incapace di intendere e volere perché affetto da un "disturbo bipolare con manifestazioni psicotiche, di tipo narcisistico e ossessivo", stando a quanto riporterebbe una perizia di uno psichiatra.
Il giudice pare che non abbia nemmeno accolto la richiesta del pm che chiedeva un ricovero in ospedale psichiatrico giudiziario.
Lo psichiatra sembra che in realtà abbia visitato l'uomo solo una volta, spiegando che comunque Fabrizio Piga avrebbe bisogno di seguire delle terapie visto che "è inconsapevole della sua malattia". L'ossessione verso Michelle Hunziker sarebbe iniziata nel gennaio 2006 dopo che la conduttrice gli ha stretto una mano. Per Piga questo sarebbe stato un segnale di interessamento e da quel momento, fino a marzio 2008, ha cominciato a perseguitarla e pedinarla, sotto gli studi televisivi e anche sotto casa, mandando lettere e chiamando ossessivamente al cellulare della sua guardia del corpo.
Il procedimento verso Piga è stato solamente "di violenza privata" visto che all'epoca dei fatti non era stato ancora introdotto.
Non è la prima voolta che la Hunziker viene perseguitata, e nel giugno 2009 un romano di 36 anni è stato condannato per minacce aggravate mentre un'altro, accusato di molestie, è stato assolto.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: