le notizie che fanno testo, dal 2010

Fondi europei: sfruttare al massimo il clico 2014-2020, dice Bordo (PD)

"L'utilizzo al 100% dei fondi relativi al ciclo 2007-2013 testimonia quanto sia stato straordinario e decisivo lo sforzo compiuto negli ultimi due anni, innanzitutto dal governo, per recuperare i ritardi accumulati ed evitare gli sprechi del passato", afferma in una nota il politico PD Michele Bordo.

"Sono molto soddisfatto per quanto espresso dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti durante l'audizione in Commissione. L'utilizzo al 100% dei fondi relativi al ciclo 2007-2013 testimonia quanto sia stato straordinario e decisivo lo sforzo compiuto negli ultimi due anni, innanzitutto dal governo, per recuperare i ritardi accumulati ed evitare gli sprechi del passato. - dichiara in una nota Michele Bordo, deputato PD - Proprio per evitare i limiti e gli errori degli anni scorsi, ai quali poi fortunatamente nell'ultimo periodo siamo riusciti a porre rimedio, dobbiamo intensificare gli sforzi per controllare meglio l'utilizzo delle risorse comunitarie a nostra disposizione".
"Positiva, a tale scopo, è la Cabina di Regia tra Presidenza del Consiglio, Regioni e Agenzia per la Coesione Territoriale. - precisa - L'interazione tra questi enti e l'Europa è l'unico modo che abbiamo per evitare di disperdere le energie in migliaia di microinterventi che servono a poco e che nessuno ricorda. Al contrario, sono necessari innanzitutto grandi interventi infrastrutturali per ridurre la distanza tra Nord e Sud e far crescere complessivamente il nostro Paese, anche alla luce dei segnali di ripresa dell'economia. L'opportunità che abbiamo con i fondi del ciclo 2014-2020 è straordinaria: ci sono sul piatto oltre 90 miliardi di euro tra fondi europei e nazionali. Dobbiamo spenderli al meglio per rafforzare la competitività dell'intero sistema 'Italia'".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# euro# Europa# governo# Italia# Michele Bordo# Paese# PD# Regioni# sprechi# Sud