le notizie che fanno testo, dal 2010

Bordo (PD): Rammarico metodo, chi attacca il Governo fa propaganda

Michele Bordo del PD sulla mancata assegnazione di Ema a Milano.

"Profonda delusione per la mancata assegnazione di Ema a Milano frutto non di una decisione politica ma di un sorteggio che - illustra in una nota il deputato del Partito Democratico Michele Bordo -, purtroppo, ci ha beffati. Rimane certo il rammarico per il metodo sbagliato con il quale si è arrivati a questa decisione, cosa peraltro già sollevata dal nostro Governo che, a suo tempo, aveva criticato che si potesse scegliere la sede di un'agenzia così prestigiosa con i bussolotti".

"Avremmo ovviamente preferito un'assunzione di responsabilità da parte dell'Unione europea e una valutazione più di merito delle proposte presentate, convinti della forza della candidatura di Milano. - prosegue - Utilizzare però quanto accaduto ieri come ennesimo pretesto per attaccare e denunciare il Governo per il suo presunto scarso peso in Europa, significa ignorare colpevolmente i fatti e fare propaganda".

"Va al contrario apprezzato il lavoro sinergico fatto in questi mesi per promuovere la sede di Milano a tutti i livelli: Comune, Regione, governo nazionale e forze politiche di diverso orientamento hanno tutti collaborato per raggiungere l'obiettivo, costruendo in Europa un consenso trasversale. - conclude l'esponente dem - Questa volta purtroppo la fortuna non ci ha aiutati, ma resto convinto del fatto che, in prospettiva, bisognerà continuare con il lavoro di squadra perché questa è l'unica maniera per provare ad ottenere risultati importanti."

© riproduzione riservata | online: | update: 21/11/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Bordo (PD): Rammarico metodo, chi attacca il Governo fa propaganda
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI