le notizie che fanno testo, dal 2010

Sciopero, stop per piccoli partiti: rivedere la legge, dice Anzaldi (PD)

Michele Anzaldi, deputato del PD, sostiene che sia giunto il momento di mettere mano alla legge sullo sciopero.

"Le barbarie di oggi, con le famiglia intrappolate nel traffico a 40 gradi o abbandonate in stazioni e aeroporti, i turisti a bivaccare sconsolati sotto il sole, sarò ricordato a lungo. Ora bisogna rimboccarsi le maniche e fare in modo che una situazione come quella di oggi non si ripeta più" dichiara in una nota Michele Anzaldi, deputato del Partito Democratico, riguardo lo sciopero trasporti proclamato per oggi 16 giugno 2017.

"Il diritto allo sciopero è sacrosanto e mai nessuno lo metterà in discussione. - assicura l'esponente dem - Allo stesso tempo, tale diritto non può però essere utilizzato, come è successo oggi, da alcune piccole sigle sindacali per provocare dei disagi non solo vergognosi e inaccettabili ma anche del tutto sproporzionati alla rappresentatività di quelle stesse sigle".
"Le dichiarazioni inequivoche del segretario di uno dei maggiori sindacati confederali Furlan, di quello del principale partito italiano Matteo Renzi e dello stesso Garante per gli scioperi Santoro Passarelli, non lasciano più spazio per gli attendismi. - aggiunge il parlamentare - E' venuto il momento di mettere mano alla legge sullo sciopero e studiare meccanismi che impediscano a un'esigua minoranza di lavoratori di prendere in ostaggio un intero paese".
"Adesso gli altri gruppi parlamentari lavorino insieme al PD per cercare di ovviare agli inaccettabili disservizi provocati da una norma che, come riconosciuto lo stesso Garante, è datata."

© riproduzione riservata | online: | update: 16/06/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Sciopero, stop per piccoli partiti: rivedere la legge, dice Anzaldi (PD)
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI