le notizie che fanno testo, dal 2010

Raggi pensa a richiesta pre-dissesto? Così Roma sotto tutela Ministero dell'Interno, dice Anzaldi (PD)

"Se non venissero immediatamente smentite la notizie diffuse da alcune agenzie di stampa secondo cui il MoVimento 5 Stelle in Campidoglio vorrebbe dichiarare il pre-dissesto finanziario, sarebbe un atto di una gravità inaudita", espone in un comunicato il parlamentare dem Michele Anzaldi.

"Se non venissero immediatamente smentite la notizie diffuse da alcune agenzie di stampa secondo cui il MoVimento 5 Stelle in Campidoglio vorrebbe dichiarare il pre-dissesto finanziario, sarebbe un atto di una gravità inaudita" dichiara Michele Anzaldi, deputato PD, sottolineando: "A pochi giorni di un voto imperniato sull'aver fatto credere ai romani miracoli di tutti tipi, non ultimo il reddito di cittadinanza, si pensa addirittura, ancora prima di iniziare, a una misura drammatica ed eccessiva come il pre-dissesto."

"In breve, - spiega - si tratta di una atto che, per i romani, comporterebbe: il blocco di investimenti e mutui per le opere da realizzare in città; il blocco dei contratti integrativi per i dipendenti; di portare tutte le tasse all'aliquota massima compresa l'Irpef; del controllo su tutte le assunzioni. In altre parole, a pochi giorni dalle elezioni, la Capitale d'Italia sarebbe sotto tutela del ministero dell'Interno."
"Il primo atto della giunta Raggi sarebbe insomma di certificare un disastro. - conclude l'esponente dem - Roma e i suoi abitanti non si meritano di dover affrontare una situazione così grave, per giunta dopo tutte le promesse fatte. La Raggi si affretti per questo a smentire".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: