le notizie che fanno testo, dal 2010

Micaela Ramazzotti dai fotoromanzi all'Oscar

Si confessa su Vanity Fair Micaela Ramazzotti protagonista del film di Paolo Virzì,"La prima cosa bella" che è stato scelto per rappresentare l'Italia nella corsa agli Oscar. E nel caso vincesse la statuetta risponde: "Io sono già felice".

Il film di Paolo Virzì,"La prima cosa bella" è stato scelto per rappresentare l'Italia nella corsa agli Oscar.
La protagonista femminile è Micaela Ramazzotti, dal 17 gennaio del 2009 moglie di Virzì e madre del loro bambino Jacopo, nato il 1° marzo del 2010. Micaela in "La prima cosa bella" è Anna la giovane madre, che negli anni della maturità viene impersonata da Stefania Sandrelli. La sua interpretazione convincente le ha valso un David di Donatello e il Nastro d'Argento come migliore attrice protagonista.
Questi riconoscimenti la ripagano della cattiva stampa avuta dopo il precedente film girato con Virzì "Tutta la vita davanti" nel quale appariva come una ragazza svampita e come lei stessa afferma nell'intervista al settimanale "Vanity Fair", "sexy, buffa che scondinzolava al mondo per ricevere amore".
In quel film appare in un nudo frontale integrale, che ora che è nato Jacopo la preoccupa un po', ma allontana il pensiero precisando ancora nell'intervista: "Ci penserà Paolo a spiegare...".
Successivamente Micaela ha incontrato Francesca Archibugi che l'ha diretta nella pellicola "Questione di cuore", che le ha regalato un vasto consenso di pubblico e critica.
La Ramazzotti che ha cominciato la carriera come protagonista di fotoromanzi e prima di incontrare Virzì ha partecipato a fiction di successo come "RIS - Delitti imperfetti", "L'ultimo padrino" (regia di Marco Risi) e "Crimini bianchi" (regia di Alberto Ferrari).
Micaela Ramazzotti alla domanda di "Vanity Fair" su cosa pensa della possibilità di vincere l'Oscar risponde: "Io sono già felice, mi sembra ieri che facevo i fotoromanzi".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: