le notizie che fanno testo, dal 2010

Esuberi: Meridiana gioca alle "scatole cinesi" con Air Italy

Il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali ha convocato, per martedì 23 settembre, i rappresentanti sindacali dei lavoratori Meridiana, 1600 dei quali rischiano di essere messi presto in mobilità. Gli esuberi Meridiana denunciano che "la convocazione del 23 settembre e l'incontro tra azienda e sindacati per l'esame congiunto della procedura di licenziamento il 25 settembre non sono date casuali", ed accusa la compagnia aerea di giocare alle "scatole cinesi" con i meno costosi e più flessibili "cugini" di Air Italy.

Il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali ha convocato, per martedì 23 settembre, i rappresentanti sindacali dei lavoratori Meridiana, 1600 dei quali rischiano di essere messi presto in mobilità in quanto la compagnia aerea ha già avviato la procedura per gli esuberi. All'incontro parteciperà anche Maurizio Lupi, ministro dei Trasporti, la Regione Sardegna (poiché la maggioranza degli esuberi sono lavoratori sardi) e ovviamente i rappresentati di Meridiana. Sulla pagina Facebook "Io sono un esubero Meridiana" viene sottolineato però che "la convocazione del 23 settembre e l'incontro tra azienda e sindacati per l'esame congiunto della procedura di licenziamento il 25 settembre non sono date casuali: si prepara 'Alitalia 2 la vendetta' con pacchetto mobilità già confezionato da 'discutere' il 23 e sottoporre a firma il 25! Si decide tutto in pochissimi giorni, si decide del nostro futuro, dei nostri mutui, delle rette dei nostri figli!". Gli esuberi di Meridiana auspicano quindi una forte mobilitazione, in stile francese. "In Francia non sanno più dove parcheggiare gli aerei Air France a causa dello sciopero indetto contro il travaso di attività da Air France a Transavia" evidenziano su Facebook gli esuberi Meridiana, postando una foto di decine di aerei "parcheggiati" in fila. Intanto, lo sciopero dei piloti di Air France, che si sarebbe dovuto concludere il 22 settembre, è stato esteso fino al 26 settembre. Su "Io Sono Un Esubero Meridiana" si riflette: "Mentre loro fermano il 60% dei voli, la maggior parte intercontinentali, i nostri colleghi continuano ad andare a lavoro. - e accusano - E' ancora più assurdo se si pensa che i dipendenti Meridianafly, non devono difendersi solo dall'azienda, ma devono difendersi principalmente dalle organizzazioni sindacali, in particolare UILT, AVIA, ANPAV ed ANPAC che hanno dimostrato dal 2007 in poi di non rispettare MAI il volere dei dipendenti. Strano infatti, che proprio questi sindacati (UILT, AVIA, ANPAV, ANPAC) si siano rifiutati di firmare il volantino unitario in cui si chiedeva di prolungare altri due anni la CIGS per tutti quanti i dipendenti senza dover licenziare nessuno!".

La CGIL, CISL, UGL, Cobas, USB e l'Associazione piloti Meridiana Fly ha infatti indetto un'assemblea generale di tutti i lavoratori del gruppo Meridiana di Olbia e Milano per il 23 settembre. Questi stessi sindacati sottolineano inoltre che c'è "una strada diversa e percorribile" per evitare i licenziamenti di massa, spiegando che si dovrebbe lavorare su "un accordo per la collocazione in cigs del personale per riorganizzazione aziendale", ed evidenziano: "Lo strumento è disponibile e non ha bisogno di legislazione speciale. L'accordo si può sottoscrivere alla fine del periodo attuale di cigs a giugno 2015". In una nota, gli esuberi Meridiana infatti denunciano: "Il taglio doloroso è stato annunciato pochi giorni fa, insieme ad un non ben definito piano industriale e al lancio di nuove rotte, che però non farà il personale navigante Meridiana, che andrà tutto in mobilità, ma i meno costosi e più flessibili "cugini" di Air Italy, compagnia al 100% di proprietà di Meridiana, secondo quel gioco di scatole cinesi per cui si travasa attività nella scatola più piccola e meno costosa svuotando di operatività la scatola grande, con il solo risultato di generare ESUBERI, talmente tanti ESUBERI da essere balzati dal 40% della forza lavoro a quasi il 90%". Ad essere messi in mobilità, infatti, saranno circa 1600 dipendenti su 1742. "E' una pulizia etnica in grande stile, una macelleria sociale che si svolge sotto gli occhi chiusi o distratti di tutti, Istituzioni e Procure in primis" dichiarano gli esuberi Meridiana, ricordando che proprio in questi giorni è stato presentato un nuovo esposto presentato in procura dalle OO.SS "per truffa ai danni dello Stato".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: