le notizie che fanno testo, dal 2010

Rete 4, seconda serata 23 novembre "Terra!": madri e figli, tra luci e ombre

"Essere madre. Essere figlio. Un rapporto forte, ambivalente, contraddittorio. Essere madre è, forse, l'istinto più forte. Destinato a segnare una vita, nel bene e nel male. Come testimoniano le storie che «Terra!» - il settimanale firmato da Toni Capuozzo, in onda lunedì 23 novembre, in seconda serata, su Retequattro - ha deciso di raccontare", si divulga in un comunicato Mediaset.

"Essere madre. Essere figlio. Un rapporto forte, ambivalente, contraddittorio. Essere madre è, forse, l'istinto più forte. Destinato a segnare una vita, nel bene e nel male" osserva in una nota l'azienda di Cologno Monzese.
"Come testimoniano le storie che «Terra!» - il settimanale firmato da Toni Capuozzo - annota poi Mediaset -, in onda lunedì 23 novembre, in seconda serata, su Retequattro - ha deciso di raccontare."
La società guidata da Fedele Confalonieri prosegue in aggiunta: "Quattro storie diverse unite da un'unica costante: la presenza di una madre, che di volta in volta incarna il coraggio, l'essere vittima, la tenacia o il cedimento alla dittatura della povertà."
Dall'azienda del gruppo Fininvest comunicano: "E così, davanti alle telecamere degli inviati del programma di approfondimento della rete diretta da Sebastiano Lombardi, parlano madri che vogliono giustizia per un figlio a lungo abusato."
Il Biscione illustra in conclusione: "Madri che hanno denunciato un figlio pedofilo e assassino. Madri che accettano di portare avanti gravidanze per altre donne. Madri, infine, uccise da quello che credevano il loro bene più grande: il figlio."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: