le notizie che fanno testo, dal 2010

Mediaset.com torna del Biscione: è un problema di copyright

Il Biscione vince un ricorso al Tribunale di Roma che inibisce l'uso del nome e del dominio 'Mediaset.com' alla Fenicius Llc, che non è chiaro se farà a sua volta ricorso. Mediaset pone però una "riflessione più generale sul tema della tutela del copyright".

Il dominio mediaset.com ritorna ad essere del Biscione. Solo pochi giorni fa la notizia che un primo ricorso di Mediaset, che cercava di riappropriarsi del dominio non rinnovato e finito in un'asta, era stato respinto, poiché la Wipo (World Intellectual Property Organization) a cui si era rivolta l'azienda non ha visto "malafade" nell'acquisto del nuovo proprietario del sito.
Quello che era il nuovo proprietario di mediaset.com, infatti, spiegava che in realtà aveva solo l'intenzione di utilizzare il sito per creare un portale di e-commerce che si sarebbe chiamato, appunto "Media Set".
Il Biscione non si è arreso ricorrendo questa volta al Tribunale Civile di Roma, la cui nona sezione ha riconosciuto i diritti dell'azienda di veder tutelato il proprio marchio.
Per il Tribunale l'acquisizione del dominio da parte della società Fenicius Llc è stata compiuta, infatti, "con finalità di agganciamento del noto marchio Mediaset", stabilendo "l'inibizione all'uso del nome e del dominio 'Mediaset.com' e 1.000 euro di penale per ogni giorno di ritardo nell'esecuzione del provvedimento".
Mediaset è naturalmente molto soddisfatta del risultato ottenuto, ma pone una "riflessione più generale sul tema della tutela del copyright".
Come spiega in un comunicato, l'azienda della famiglia Berlusconi "ha infatti deciso di concentrare la propria attività online sul dominio Mediaset.it, porta d'accesso a tutti i contenuti internet del Gruppo" e questo non solo per una "comodità degli utenti" ma anche per "chiarezza informativa" e per dare affermazione al "carattere italiano della società".
Il Biscione fa quindi notare che per loro "ogni altra estensione di dominio legato al nome Mediaset potrebbe non esistere - sottolineando -in quanto unici proprietari del copyright sul brand".
Mediaset evidenzia invece che "sono spuntate figure specializzate nell'acquisizione delle numerosissime estensioni relative a marchi affermati, da .com a .xxx. Centinaia e centinaia di domini fittizi che le società originarie dovrebbero quindi registrare e depositare", spiegando che nella grande maggioranza di casi "si tratta di operazioni architettate da professionisti che hanno l'obiettivo di rivendere il dominio ai legittimi proprietari a prezzi fuori mercato".
Per questo motivo Mediaset conclude che "la strada giudiziaria non può essere la soluzione", segnalando quindi un problema ormai "urgente" alle autorità competenti.
Non è chiaro se la Fenicius Llc si darà per vinta oppure ricorrerà a sua volta per dimostrare l'onestà del suo investimento dato che in Delaware il marchio Mediaset potrebbe anche essere sconosciuto.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: