le notizie che fanno testo, dal 2010

I casi di Gigi Sabani, Sophia Loren e Laura Antonelli a "Il labirinto": 9 giugno Rete4

"Le storie di Gigi Sabani, Laura Antonelli e Sophia Loren, casi controversi di giustizia legati a grandi nomi dello spettacolo, sono al centro della nuova puntata de 'Il Labirinto - Storie di ordinaria in-giustizia', il programma con Carmelo Abbate, in onda giovedì 9 giugno, in seconda serata, su Retequattro", viene diffuso in una nota Mediaset.

"Le storie di Gigi Sabani, Laura Antonelli e Sophia Loren, casi controversi di giustizia legati a grandi nomi dello spettacolo, sono al centro della nuova puntata de 'Il Labirinto - Storie di ordinaria in-giustizia', il programma con Carmelo Abbate, in onda giovedì 9 giugno, in seconda serata, su Retequattro" rivela in un comunicato l'azienda di Cologno Monzese.
Mediaset rileva dunque: "1996: scoppia la cosiddetta prima Vallettopoli. Gigi Sabani viene travolto dallo scandalo e accusato di induzione alla prostituzione. Sabani trascorre 13 giorni agli arresti domiciliari. Al termine della vicenda - che ne scalfisce irrimediabilmente l'immagine allontanandolo dalla tv - Sabani viene prosciolto senza neppure arrivare al processo. La memoria dell'uomo e dell'artista è affidata all'ultima compagna di Sabani, Raffaella Ponzo."
"Con lei, raccontano la parabola di Sabani, morto a soli 54 anni per un infarto, la sorella Isabella, Valerio Merola, Jerry Calà, l'avvocato Vincenzo Siniscalchi, Don Santino Spartà, l'amico Natalino Candido, il direttore de Il Dubbio Piero Sansonetti, l'ex magistrato Piero Tony" prosegue l'azienda del gruppo Fininvest.

Il Biscione svela quindi: "La luminosa carriera di Laura Antonelli, invece, si ferma la notte del notte del 27 aprile 1991: nella sua villa vengono trovati 36 grammi di cocaina. L'attrice viene arrestata e condotta a Rebibbia: dopo sei giorni di carcere le vengono concessi i domiciliari."
"In primo grado Laura Antonelli viene condannata a tre anni e sei mesi per spaccio di stupefacenti - si ricorda -, ma nove anni dopo verrà assolta: è una consumatrice abituale di stupefacenti, ma non una spacciatrice."
"La protagonista di molti film di culto muore in disgrazia a 73 anni. Lo struggente ricordo della donna - si anticipa -, nelle parole di uno dei pochi amici rimastole: Lino Banfi. Nel labirinto della giustizia finisce anche l'icona internazionale del cinema Sophia Loren. Nel 1982, condannata per evasione fiscale, trascorre 17 giorni carcere femminile di Caserta. Le immagini della diva che varca la soglia del penitenziario fanno il giro del mondo. E quando Sophia Loren verrà scarcerata, alle 6.20 del mattino, all'esterno l'attendono oltre 100 giornalisti, fotografi e tele operatori venuti da ogni parte del mondo. La Loren ha lottato a lungo contro quella condanna e nel 2013 la Corte di Cassazione riconosce in maniera definitiva che la Loren non aveva truffato lo Stato. Liliana De Cristoforo, a quei tempi direttore del carcere di Caserta, ricorda le emozioni ed i timori dell'illustre ospite."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: