le notizie che fanno testo, dal 2010

Mc Donald's, Mc Puddu's e il problema dei Mc culurgiones

Il signor Puddu chiama Mc Puddu's il suo negozio e Mc Donald's lo diffida: scoppia la polemica contro i grandi grossi e cattivi. Interviene la Regione Sardegna.

Il 22 agosto l'agenzia di stampa Ansa ha battuto una notizia che ha fatto il giro d'Italia e un po' anche del mondo (è stata infatti ripresa dal "Guardian" inglese e anche da un paio di siti e blog coreani): McPuddu's sfida McDonald's. Insomma Davide, rappresentato da un piccolo imprenditore sardo (che vantava anche l'invenzione di McFruttu's) con un negozio a Santa Maria Navarrese era stato diffidato nientemeno che dal Golia McDonald's.
Solidarietà a Davide e fischi (con la sordina, non si sa mai) alla multinazionale dei fast food. La storia finisce (o inizia) con la Regione Sardegna che prende posizione e pare difenderà nei tribunali il diritto di Puddu di chiamare il suo negozio McPuddu's basandosi anche sul fatto che "i culurgiones esistono da molto più tempo dei cheeseburger" come ha dichiarato l'assessore regionale dell'Agricoltura Andrea Prato. Il signor Puddu copre però con la scritta "censored" il "Mc" e lo sostituisce con un più italico e sardo "De Puddu's".
A prescindere che i culurgiones ogliastrini (eccellenti ravioloni cuciti a mano di patate e formaggio) esistono forse dalla notte dei tempi è chiaro che aggiungere il prefisso Mc ad un servizio di ristorazione (oltretutto veloce) è un azzardo, visto che il marchio commerciale vale la "vita" di un prodotto e per una multinazionale rappresenta un valore quasi religioso.
"Non volevo sfruttare il marchio USA ma valorizzare il modo di mangiare veloce alla sarda a base di prodotti della nostra terra come i culurgiones (ravioli) in versione da passeggio", dichiara all'Ansa il giovane imprenditore sardo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# blog# fast food# Italia# McDonald's# McDonald# Prato# Sardegna