le notizie che fanno testo, dal 2010

Fine del mondo e profezia Maya. Babaji: a Cisternino "chi t'ammazza"

La fine del mondo del 21 dicembre 2012, quella della profezia Maya, potrebbe risparmiare il bellissimo borgo di Cisternino (la Bugarach nostrana) stando ad una premonizione di uno yogi indiano, Babaji. D'altronde, tra paesaggi incantevoli e cibo davvero da fine del mondo, a Cisternino "chi t'ammazza".

A Cisternino, un delizioso borgo in provincia di Brindisi (Puglia) che si affaccia sulla valle d'Itria, nella cosiddetta Murgia dei trulli, si è insediata dal 1979 una comunità di seguagi di un maestro indiano, Mahavatar Babaji, descritto da Wikipedia come uno "yogi immortale che vive sull'Himalaya" che ha promesso: "Non abbandonerò mai il mio corpo fisico, che rimarrà sempre visibile almeno a un piccolo gruppo di persone su questa terra". Se Babaji sia visibile a qualche abitante di Cisternino non è del tutto chiaro, ma il fatto che avrebbe predetto che il borgo circondato dai trulli "diventerà un'isola" a seguito della fine del mondo è bastato a far impennare le prenotazioni turistiche. La fine del mondo a cui si riferirebbe Babaji, infatti, è proprio quella che dovrebbe avvenire il 21 dicembre 2012, è il fatto che solo la terra intorno a Cisterino, Ceglie Messapica, Ostuni e Martina Franca si salverà dal cataclisma deriverebbe proprio da una (ennesima) interpretazione della profezia Maya (un'altra vorrebbe che invece il luogo prescelto sarebbe Bugarach, nel sud della Francia).

Il sindaco di Cisternino, naturalmente, è ben felice che proprio il suo Comune si salverà dalla fine del mondo 2012, tanto che all'Ansa anticipa di stare pensando di "organizzare qualcosa di caratteristico, oltre al tradizionale mercatino di Natale" per intrattenere i tanti turisti in attesa che si compia la profezia Maya. D'altronde, aspettare la fine del mondo a stomaco vuoto sarebbe ancora più disastroso. Per fortuna, oltre alla bellezza dei paesaggi, a Cisternino si mangia anche molto bene, e così, mentre si osserva il passaggio dell'asteroide Toutatis che passerà "vicino" alla Terra tra l'11 e il 12 dicembre 2012 e in attesa di individuare magari il X Pianeta Nibiru il 21 dicembre 2012 , ecco che gli avventori potranno gustare piatti davvero da fine del mondo come le classiche orecchiette, i buonissimi gnummareddi (involtini di interiora stretti all'interno del budello di agnelli oppure di capretti) o le bombette (involtini di carne di manzo ripieni solitamente di formaggio e prosciutto), naturalmente il tutto accompagnato da gustose friselle e cartellate. Insomma, forse Babaji pensando alla fine del mondo dei Maya ci aveva visto lungo perché effettivamente, grazie alle prelibatezze e all'ospitalità, a Cisternino "chi t'ammazza".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: