le notizie che fanno testo, dal 2010

Olio, Martina: bene intesa filiera su Piano olivicolo, serve rilancio produzione

Firmata dai rappresentati di Federolio (commercio oleario), Aifo (frantoiani), Assitol (industria) e Aipo, Cno, Unapol, Unaprol e Unasco, le cinque organizzazioni di produttori nazionali (A.O.P.) un documento congiunto sul Piano olivicolo nazionale. Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina assicura che "il rilancio dell'olio d'oliva italiano è una priorità del governo".

Mercoledì 13 maggio è stata apposta la firma di un documento congiunto sul Piano olivicolo nazionale da parte dei rappresentati di Federolio (commercio oleario), Aifo (frantoiani), Assitol (industria) e Aipo, Cno, Unapol, Unaprol e Unasco, le cinque organizzazioni di produttori nazionali (A.O.P.). Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina commenta la sottoscrizione dell'intesa della filiera dell'olio sul Piano olivicolo spiegando che questa "è un segnale molto positivo, l'avvio di una nuova fase. - aggiungendo - Una ritrovata unità d'intenti è fondamentale per far crescere il comparto". Martina assicura che "il rilancio dell'olio d'oliva italiano è una priorità del governo" ricordando l'intervento con il decreto del 29 aprile. "Abbiamo stanziato i primi 20 milioni di euro per l'avvio del Piano olivicolo nazionale e queste risorse saranno aumentate anche con i fondi dei Psr in coordinamento con le Regioni. Il nostro obiettivo è di far arrivare la produzione nazionale a 650 mila tonnellate e metterci alle spalle un'annata complicata come quella del 2014" conclude quindi il Ministro.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# euro# governo# industria# Maurizio Martina# olio# Regioni