le notizie che fanno testo, dal 2010

Renzi: perché Saviano non è in prima linea per estradizione Battisti?

Matteo Renzi afferma che c'è bisogno di dare massima visibilità e attenzione al caso Cesare Battisti e chiede a chi in passato, come Roberto Saviano, ha firmato "appelli discutibili" a favore dell'ex terrorista dei Pac di scendere in prima linea per l'estradizione.

"Ho fatto passare qualche giorno prima di tornare sull'argomento. Ma più ci penso, più mi convinco che la vicenda Cesare Battisti abbia bisogno di massima visibilità e attenzione da parte dell'opinione pubblica italiana" scrive su Facebook Matteo Renzi, segretario del PD.
"Troppo spesso un racconto sbagliato degli anni di piombo ha costruito narrazioni assurde, in Italia e all'estero. - sottolinea - Tanti cattivi maestri, specie di una certa sinistra, hanno aiutato a creare dei miti".

"Cesare Battisti non è un eroe romantico, né un rifugiato politico: è un killer atroce e spietato. - chiarisce quindi l'ex premier - E il modo con il quale qualche giorno fa brindava con una birra con sguardo ironico e provocatore è insopportabile".

"Penso che dobbiamo fare il massimo sforzo possibile in questi giorni, sotto la presidenza Temer, per farcelo restituire e assicurarlo alle patrie galere. E penso che chi ha firmato in passato appelli discutibili - non solo sulla vicenda Battisti - dovrebbe essere in prima linea per chiedere che ciò avvenga immediatamente" afferma infine Renzi, rivolgendo un appello in particolare a Roberto Saviano, che si schierò a favore dell'ex terrorista dei Pac nel 2004 (due anni prima dell'uscita di Gomorra che lo fece conoscere al grande pubblico) e successivamente, nel 2009, chiese che venisse ritirato il suo appoggio alla causa.

© riproduzione riservata | online: | update: 09/10/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Renzi: perché Saviano non è in prima linea per estradizione Battisti?
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI