le notizie che fanno testo, dal 2010

Renzi: no tendopoli, ricostruiamo tutto. Ma da primo terremoto passati già 2 mesi

Matteo Renzi non sembra intenzionato a mostrare un'immagina dell'Italia in tendopoli, e vuole "deporate" tutti i terremotati negli alberghi anche se gli abitanti di Norcia vogliono le tende. Ma le tende non potranno mai raggiungere il costo di 1.075 euro iva esclusa a metro quadro.

Anche se gli abitanti di Norcia non vogliono lasciare le proprie terre nonostante il terremoto del 30 ottobre, il premier Matteo Renzi sembra intenzionato a "deportarli" ugualmente negli alberghi. A Norcia i cittadini chiedono le tende per poter aspettare la fine dello sciame sismico nei luoghi dove vivono e lavorano, mentre Renzi sulla sua eNews scrive: "Non possiamo avere le tende per qualche mese in montagna, sotto la neve. Gli alberghi ci sono, per tutti".

Ed infatti, in conferenza stampa da Palazzo Chigi, il premier afferma: "Credo che per tutti ci sarà la possibilità di stare in albergo e poi per tutti le casette di legno". All'esecutivo, sembra quindi di capire, l'immagine delle tendopoli proprio non piace, anche se è bene ricordare che le tende possono essere anche molto confortevoli, visto che ci abitava persino Gheddafi. Ma effettivamente le tende non potranno mai raggiungere il costo di 1.075 euro iva esclusa a metro quadro, quanto spenderà invece lo Stato per montare ad Amatrice i prefabbricati destinati ai terremotati.

La strategia per mettere in sicurezza l'area del cratere verrà discussa nel corso del Consiglio dei Ministri straordinario, in programma alle ore 17:00. Renzi però assicura che il governo "ricostruirà tutto, case chiese ed esercizi commerciali". Una promessa che Renzi aveva fatto anche subito dopo il terremoto del 24 agosto scorso ad Amatrice. Ma da allora, sono passati già oltre 2 mesi.

© riproduzione riservata | online: | update: 31/10/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Renzi: no tendopoli, ricostruiamo tutto. Ma da primo terremoto passati già 2 mesi
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI