le notizie che fanno testo, dal 2010

Renzi: entro 2016 decreto per chiudere Equitalia e cambiare modo di pagare tasse

Ai microfoni di Rtl, Matteo Renzi assicura che entro la fine dell'anno varerà un decreto per chiudere Equitalia, l'odiato l'ente di riscossione dell'Agenzia delle Entrate, e cambiare il modo di pagare le tasse. Il premier interviene anche sulla situazione della banche italiane ed europee e sulla situazione dei topi a Roma.

"Bye bye Equitalia" assicura (ancora una volta) il premier Matteo Renzi, che ai microfoni di Rtl anticipa che entro il 2016 sarà varato il decreto che "cambierà il modo di pagare il fisco" e che farà chiudere i battenti ad Equitalia, l'odiato l'ente di riscossione dell'Agenzia delle Entrate. L'idea di Renzi è quella infatti di rendere "più semplice" il modo di pagare le tasse.

Nel corso del suo intervento, Renzi ritorna anche a parlare della Brexit e della proposta avanzata dalla Deutsche Bank di creare un fondo condiviso dai membri dell'UE da almeno 150 miliardi per per tutelare e soprattutto rimettere in sesto le banche europee. "E' fondamentale che ci sia più buon senso in Europa. Che le banche tornino a far prestiti agli artigiani e alle piccole imprese. - spiega infatti il premier - Ci sono ancora alcune realtà da mettere a posto nel mondo del credito europeo."

"Stiamo discutendo e ragionando ma io penso che si può risolvere tutto con il buonsenso applicando le regole in vigore" sottolinea quindi Renzi, che infine cerca di rassicurare i correntisti di Monte dei Paschi di Siena, affermando che nonostante le turbolenze in Borsa "la questione riguarda il passato, quando la gestione delle banche è stata discutibile". Il premier chiarisce che a non dormire sonni tranquilli dovrà essere invece "qualche banchiere".

Infine, Matteo Renzi commenta la visita del sindaco di Roma Virginia Raggi a a Tor Bella Monaca, dopo la diffusione di un video dove i bambini facevano la conta dei topi. "Se la sindaca decide di andare in periferia, bene. Il Presidente del Consiglio fa un altro lavoro. Non faccio comparsate show, - sostiene - noi abbiamo messo dei soldi per le periferie: 100 milioni per gli impianti sportivi, 500 milioni nella legge di stabilità ai Comuni".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: