le notizie che fanno testo, dal 2010

Renzi: dimissioni da sindaco Firenze? Unica carica per cui votato a governare

Matteo Renzi si autocandida (ed autoelegge) a guidare il governo fino al 2018, al posto di Enrico Letta che annuncia le dimissioni.C'è già chi ipotizza che forse Matteo Renzi, in nome della sua "ambizione smisurata", troverà difficoltà a lasciare la poltrona di sindaco di Firenze, l'unica carica per cui era stato votato a governare.

Enrico Letta annuncia che si dimetterà da Presidente del Consiglio, aprendo le porte di Palazzo Chigi a Matteo Renzi che si è autocandidato (e "autoeletto") a guidare il governo fino al 2018. L'ascesa politica di Matteo Renzi è stata velocissima. L'unico intoppo era stato Pier Luigi Bersani, fatto poi "definitivamente fuori" dai quei 101 franchi tiratori che non hanno votato Romano Prodi al Quirinale. Da allora, la strada battuta da Matteo Renzi per giungere a Palazzo Chigi non è stata "la più difficile" come il segretario del PD ha oggi sostenuto in direzione, visto che già spianata dai molti che l'hanno preceduto in questo percorso, cioè gli altri 5 premier non eletti (Lamberto Dini, Massimo D'Alema, Giuliano Amato, Mario Monti, Enrico Letta). Visto l'excursus, c'è già chi ipotizza maliziosamente che forse Matteo Renzi, in nome della sua "ambizione smisurata", troverà difficoltà quindi a lasciare la poltrona di sindaco di Firenze, l'unica carica per cui era stato votato a governare.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: