le notizie che fanno testo, dal 2010

Renzi: con Berlusconi o voto subito. M5S? Arroganza e tracotanza

Matteo Renzi interviene del dibattito politico a gamba tesa, chiarendo che il PD deve smetterla di fare "melina" e che è giunto il momento di decidere: voto subito oppure alleanza con Berlusconi. A Pier Luigi Bersani poi consiglia di smetterla di farsi umiliare dalla "arroganza e tracotanza" del MoVimento 5 Stelle.

Il PD deve "smettere di fare melina". A dirlo è proprio colui che ormai tutti reputano il prossimo numero uno del Partito Democratico, Matteo Renzi, che in una intervista al Corriere della Sera ammette che anche se c'è qualcuno che gli consiglia "stai buono, non fare interviste, stai zitto, tanto la prossima volta tocca a te" lui proprio non ci riesce a "stare zitto di fronte allo spettacolo di una politica che continua a pescare la carta 'tornate al vicolo corto'. - aggiungendo - Dobbiamo dare un orizzonte al Paese, perché anche le aziende che vanno bene o i privati che potrebbero consumare oggi sono rannicchiati, impauriti". Per questo Matteo Renzi dice quello che nessuno nel PD sembra riuscire ad ammettere, e cioè che l'unica soluzione per uscire da questa impasse governativa è fare una alleanza con Silvio Berlusconi oppure andare al voto subito. "Mi stupisco quando sento dire da alcuni dei nostri: 'Non possiamo fare questa cosa perché gli italiani non ci capirebbero'. - sottolinea Renzi - Non sono gli italiani che non ci capiscono; siamo noi che non capiamo loro". Il sindaco di Firenze chiarisce: "Non parto dall'accordo con Berlusconi. Parto dal fatto che si devono avere idee chiare. O si va a votare, e la cosa non mi spaventa. Altrimenti si fa un patto costituente da cui nasce la Terza Repubblica. - aggiungendo - Qui invece si punta a prendere tempo e a eleggere un capo dello Stato che ci dia più facilmente l'incarico di fare il nuovo governo". Matteo Renzi quindi invita il PD, ancora una volta, ad avanzare un proposta forte evitando però questa volta di "farsi umiliare andando in streaming a elemosinare mezzi consensi a persone come la capogruppo del MoVimento 5 Stelle, che hanno dimostrato arroganza e tracotanza nei nostri confronti". Mentre "l'economia attraversa una crisi drammatica" continua Renzi, il PD invece passa "le giornate a farci spiegare dalla Lombardi, con un'arroganza che non si vedeva dai tempi della Prima Repubblica, cosa siamo e cosa non siamo? - precisando - Rivendico il diritto alla dignità della politica, che è una cosa seria. Noi non dobbiamo inseguire Beppe Grillo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: