le notizie che fanno testo, dal 2010

Matteo Renzi: lunedì la fiducia. Programma in vista del semestre europeo

Matteo renzi chiude il giro di consultazioni con i partiti politici. "Quasi tutti gli incontri sono stati molti seri" sottolinea Matteo Renzi. Beppe Grillo, leader del MoVimento 5 Stelle "non ha infatti accettato il dialogo", prosegue Renzi. Matteo Renzi detta l'agenda: stasera da Giorgio Napolitano. Sabato scioglierà la riserva e lunedì in Aula per la fiducia. Con un programma pensato in vista del semestre europeo per "dire all'UE cosa vuole l'Italia".

Quelle (brevi) con la delegazione del MoVimento 5 Stelle rappresentavano le ultime consultazioni di Matteo Renzi con i partiti politici. Al termine dell'incontro, Matteo Renzi scherza prima di tutto rispetto "all'entusiamo" dei giornalisti, ironizzando "Capisco che oggi avreste dovuto pagare il biglietto". Il riferimento è al monologo di Beppe Grillo, che non ha lasciato nemmeno un minuto a Matteo Renzi per cercare di esporre alcuni di quei punti programmatici con cui PD e M5S potrebbero trovare una convergenza politica. Matteo Renzi quindi annuncia: "Posso dire che dopo un giorno e mezzo di incontri e approfondimenti programmatici, sono convinto che ci siano le condizioni per fare un ottimo lavoro". "Quasi tutti gli incontri sono stati molti seri" sottolinea quindi Matteo Renzi, riferendosi al fatto che l'unico partito che non si sarebbe reso conto "della drammaticità in cui versa l'Italia ma anche dell'uscita" è stato il MoVimento 5 Stelle. "Con Beppe Grillo ho cercato di fargli capire che c'è una possibilità di uscire dalla crisi" sottolinea infatti Matteo Renzi, che prosegue: "Alla luce di questo, il lavoro svolto ci consente di tracciare un percorso che ora illustro". Renzi quindi anticipa: "Stasera vado dal Capo dello Stato. Domani mi prenderò una giornata per la redazione di un documento programmatico il più concreto possibile, che va dai tagli ai costi della politica, alle riforme costituzionali-istituzionali alla riforma del lavoro". "Un programma pensato in vista del semestre europeo" prosegue Matteo Renzi, sottolineando e confermando: "Entro febbraio legge elettorale, a marzo riforma del lavoro e tra aprile e maggio fisco e pubblica amministrazione. Il tutto per arrivare a luglio e al semestre europeo per dire all'UE cosa vuole l'Italia". Matteo Renzi quindi precisa: "Scioglierò la riseva sabato. Lunedì sarò in Aula per chiedere la fiducia". Infine, Matteo Renzi lascia intendere che la compagine governativa sarà la stessa che sorreggeva, in queste ultime settimane, il governo Letta. Nella maggioranza ci sarà quindi il Nuovo centrodestra di Angelino Alfano che ha presentato nelle consultazioni un "lavoro buono e positivo" i cui punti si potrenno riconoscere nel programma di governo. Forza Italia rimarrà all'opposizione, ma Matteo Renzi precisa che è anche con Silvio Berlusconi che desideria "di scrivere insieme le regole del gioco".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: