le notizie che fanno testo, dal 2010

Matteo Renzi: boia Napolitano? M5S non sia ostaggio di chi insulta

Matteo Renzi esprime solidarietà a Giorgio Napolitano che è stato definito da un deputato del MoVimento 5 Stelle come un "boia", se permetterà la cosiddetta "tagliola" che Laura Boldrini potrebbe applicare per convertire in legge il decreto IMU-Bankitalia. Renzi inoltre aggiunge: "Perché continuare a tenere il MoVimento 5 Stelle ostaggio di chi insulta e non provare finalmente a cambiare le cose?"

"Un deputato del MoVimento 5 Stelle ha offeso il Presidente della Repubblica dandogli del boia. E' un atteggiamento insopportabile e una forma di stupidità, prima ancora che di violenza verbale, che non ha eguali nella storia repubblicana" scrive su Facebook Matteo Renzi, commentando la frase del deputato pentastellato Giorgio Sorial, che fa riferimento alla possibile "tagliola" che Laura Boldrini potrebbe applicare per convertire in legge il decreto IMU-Bankitalia. Il segretario del PD, prima di tutto, esprime "solidarietà a Napolitano" e subito dopo rivolge un appello "ai (tanti) deputati e senatori per bene del movimento di Beppe Grillo". Matteo Renzi scrive: "Non permettete che i toni assurdi di una parte dei vostri colleghi squalifichino il vostro lavoro. Che vi taglino fuori dalle riforme, come pure sta accadendo. Che vi impediscano di lavorare per il bene dell'Italia. Per uno che urla e sbraita, ci sono cinque, sette, dieci che in silenzio lavorano, e spesso lavorano bene. Perché continuare a tenere il MoVimento 5 Stelle ostaggio di chi insulta e non provare finalmente a cambiare le cose?".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: