le notizie che fanno testo, dal 2010

Legge elettorale: i 4 emendamenti cuperliani per cambiare Italicum

La legge elettorale approderà alla Camera il 29 gennaio e i renzini avvisano che ogni modifica non dovrà mettere "in discussione quanto concordato con tutti i soggetti politici che hanno stipulato l'accordo", cioè Matteo Renzi e Silvio Berlusconi. Intanto la minoranza del PD guidata da Gianni Cuperlo presenterà domani 4 emendamenti all'Italicum.

La legge elettorale approderà in Aula alla Camera, per l'inizio dell'esame da parte del Parlamento, a partire dal 29 gennaio, mentre le operazioni di voto si svolgeranno il 30 e il 31 di gennaio. Per Debora Serracchiani "l'Italicum è, alle condizioni date, il miglior sistema elettorale che siamo riusciti a produrre nell'ambito di un patto" mentre per il portavoce della segreteria del PD Lorenzo Guarini "ogni modifica al testo della legge elettorale può essere fatta, basta che non venga messo in discussione quanto concordato con tutti i soggetti politici che hanno stipulato l'accordo", e cioè Matteo Renzi e Silvio Berlusconi. Intanto, la minoranza del PD guidata da Gianni Cuperlo ha messo a punto quattro modifiche che domani chiederanno di tradurre in emendamenti. Le modifiche all'Italicum sono: stop alle liste bloccate, alzare la soglia del premio di maggioranza, abbassare la soglia dell'8% per le forze non in coalizione e alternare la presenza di un uomo e una donna sulla lista.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: