le notizie che fanno testo, dal 2010

Cena di Renzi a Milano: 18 milioni al posto dell'articolo 18

Alla cena organizzata da Matteo Renzi a Milano si è parlato anche di articolo 18, la cui eliminazione per il premier non toglie diritti ma "un alibi a tutti" evitando che all'imprenditore entri "un altro in casa a dire cosa fare", cioè il giudice. Ma a Renzi qualche 18 invece piace, quello dei milioni versati dagli invitati alla cena di Milano, con i quali finanziano la politica del governo e del PD.

Per Matteo Renzi l'eliminazione dell'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori non toglie diritti ma "un alibi a tutti". Il premier spiega la sua tesi in merito all'articolo 18 durante la cena che si è svolta giovedì sera a Milano, a cui hanno partecipato circa 800 tra imprenditori e manager che hanno pagato per sedersi ad un tavolo della Diamond Tower. "Se avessimo il Sud in linea con il resto del Paese avremmo un Pil positivo. - afferma Renzi - Ma ci sono due Italia: una che viaggia a ritmi pazzeschi e una che per anni è stata abbadonata". Per Renzi, quindi, con il Jobs Act si avrà un "contratto di lavoro più semplice, a tempo indeterminato, la riduzione delle tasse e la certezza che, eliminando l'articolo 18, a te imprenditore (alla cena non c'erano certo operai, ndr) non metto un altro in casa a dirti cosa fare". L'altro a cui si riferisce Renzi sarebbe il giudice. Ma a Renzi qualche 18 invece piace, quello dei milioni versati dagli invitati alla cena di Milano, con i quali finanziano la politica del governo e del PD.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: