le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi incontra Renzi: ok su tabella marcia riforme Senato ed elettorale

Dopo le nuove nomine ai vertici di Enel, Eni, Finmeccanica e Poste Italiane, Matteo Renzi incontra a Palazzo Chigi Silvio Berlusconi. il leader del PD e di Forza Italia sanciscono la solidità del patto già stilato al Nazareno sulle riforme, quella elettorale e del Senato in primis, e stilano la tabella di marcia.

Dopo aver annunciato le nuove nomine ai vertici di Enel, Eni, Finmeccanica e Poste Italiane, Matteo Renzi incontra a Palazzo Chigi Silvio Berlusconi. Quella tra il leader del PD e di Forza Italia è una cena di lavoro che dura fino a mezzanotte circa dove, stando alle indiscrezioni, sarebbe stata ribadita la solidità del patto già stilato al Nazareno sulle riforme, quella elettorale e del Senato in primis. Matteo Renzi e Silvio Berlusconi avrebbero sancito la tabella di marcia, e cioè entro le elezioni europee del 25 maggio ci dovrà essere il voto in prima lettura del ddl per il superamento del Senato ed in seguito l'esame dell'Italicum. Sembra inoltre che Silvio Berlusconi abbia chiesto di apportare delle modifiche sulla riforma del Senato e sul Titolo V della Costituzione. In particolare, sarebbe contrario alla nomine di 21 senatori a vita scelti dal Presidente della Repubblica. Inoltre, l'ex Cavaliere avrebbe fatto notare che la Lombardia non può avere gli stessi senatori della Valle d'Aosta, per esempio. Di ritorno a Palazzo Grazioli, Berlusconi telefona a una cena di raccolta fondi dove dichiara: "Con Renzi il patto è solido. C'è un ottimo rapporto personale".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: