le notizie che fanno testo, dal 2010

Moratti: col Napoli match falsato, ma niente rancore per Rocchi

Il presidente dell'Inter Massimo Moratti torna sulla partita di sabato sera persa dai nerazzurri a San Siro contro il Napoli. L'arbitraggio di Rocchi è stato duramente criticato da tutto l'ambiente nerazzurro, ma è stato difeso dal designatore Braschi.

L'arbitraggio di sabato sera contro il Napoli non è andato giù all'Inter, ma soprattutto a Massimo Moratti che ritorna sull'accaduto. I commenti del designatore Braschi sul direttore di gara Gianluca Rocchi, pare giudicato semplicemente "sottotono" nella partita diretta a San Siro, sono state accolte con tranquillità dal patron nerazzurro, che però mantiene la sua idea: "Ho sentito ciò che ha detto il designatore Braschi - ha detto Moratti entrando negli uffici della Saras - e mi sono sembrate espressioni ragionevoli. L'anno scorso mi sono complimentato con la classe arbitrale e spero di poter fare la stessa cosa anche quest'anno. La partita contro il Napoli è stata falsata, ma niente rancore perché ci vuole responsabilità da parte di tutti. Certo bisogna fare attenzione perché poteva essere una partita bellissima". Il presidente nerazzurro esclude però qualsiasi pensiero al complotto: "Non credo che gli arbitraggi siano una risposta alle vicende di Calciopoli. Sarebbe infantile come reazione. Non voglio pensare a complotti, non ci sono i presupposti per adesso per pensare cose del genere". Sul probabile deferimento di Rocchi, Moratti non perde la sua proverbiale compostenza: "Può darsi che ci sarà il deferimento, non lo so". "So bene che non esiste la ricusazione di un arbitro - ha aggiunto il patron dell'Inter - faranno quello che riusciranno a fare, ci vuole buon senso, penso che lo sapranno usare".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Calciopoli# Inter# Massimo Moratti# Napoli# San Siro