le notizie che fanno testo, dal 2010

D'Alema: ci sia la libertà del Parlamento di correggere Italicum

Dopo le dimissioni di Gianni Cuperlo da presidente del PD, interviene nel dibattito sulla legge elettorale ribattezzata Italicum da Matteo Renzi anche Massimo D'Alema, che chiarisce: "Ci sia libertà del Parlamento di approfondire, correggere, decidere, secondo le regole democratiche normali".

Il testo dell'Italicum, la proposta di nuova legge elettorale redatta dal PD di Matteo Renzi e da Forza Italia di Silvio Berlusconi, approda oggi in Commissione Affari costituzionali alla Camera, dove è stata formalizzata. Ma il percorso parlamentare dell'Italicum potrebbe essere tutto in salita, visto che anche alla minoranza interna del PD non sembra piacere la proposta di legge elettorale spiegata da Matteo Renzi nel corso della direzione del partito. E proprio a causa di tali contrasti, Gianni Cuperlo il giorno dopo si è dimesso da presidente del Partito Democratico. Da Parigi, a margine di un convegno della fondazione Jean Jaures, oggi interviene nel dibattito anche Massimo D'Alema, che sottolinea: "Il fatto che ci sia la volontà comune di arrivare a delle riforme è certamente un fatto molto positivo, si è aperto un processo che spero si concluda con le migliori delle soluzioni". Massimo D'Alema però chiarisce anche: "Certo, naturalmente nella libertà del Parlamento di approfondire, correggere, decidere, secondo le regole democratiche normali".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: