le notizie che fanno testo, dal 2010

Martin Schulz: se non c'è crescita in Italia non c'è crescita in Europa

Martin Schulz, presidente del Parlamento europeo nonché candidato dei progressisti alla guida della Commissione UE, precisa che "se non c'è crescita in Italia non c'è crescita in Europa e viceversa", sottolineando comunque che Matteo Renzi "non dubita che "i criteri di Maastricht devono essere rispettati".

"L'Italia è un Paese del G8 e talvolta, anzi spesso, quando sono in Italia, ho l'impressione che gli italiani lo dimenticano. L'Italia è uno dei Paesi industrializzati maggiori del mondo e la quarta economia dell'UE. E questo significa che se non c'è crescita in Italia non c'è crescita in Europa e viceversa, e quindi sono d'accordo con Matteo Renzi nel dire che abbiamo bisogno di una filosofia e di una strategia della crescita" afferma Martin Schulz, presidente del Parlamento europeo nonché candidato dei progressisti alla guida della Commissione UE, oggi a Torino per un incontro sul razzismo in Europa e in Italia. Schulz precisa quindi che Matteo Renzi "ha ragione a considerare gli investimenti nel futuro una cosa diversa dall'indebitamento. - sottolineando - I criteri di Maastricht devono essere rispettati, Renzi non dubita di questo ma è chiaro che dobbiamo utilizzare tutti i mezzi a disposizione per creare crescita e occupazione". Martin Schulz quindi evidenzia: A Bruxelles possiamo constatare che l'Italia ha rispettato i suoi criteri in materia di deficit, ma qual è il risultato se non abbiamo anche crescita e occupazione?".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: