le notizie che fanno testo, dal 2010

Piero Gnudi, ex Enel, ministro per ridare "energia" allo Sport

Piero Gnudi è il ministro dello Sport del governo di Mario Monti, forse perché essendo stato presidente del consiglio di amministrazione dell'Enel, avrà il compito di ridare "energia" allo sport.

Il presidente del Coni, Gianni Petrucci, augura "a Mario Monti di risanare il Paese", e il premier investe Piero Gnudi della carica di ministro senza portafoglio dello Sport e del Turismo. Gnudi in realtà non sembra essere particolarmente un "tecnico" dello sport, poiché, con la sua laurea in economia e commercio, è "stato nei consigli di amministrazione o nei collegi sindacali di Stet, Eni, Enichem, Credito Italiano", come riporta la sua pagina di Wikipedia. "Nel 1995 è stato nominato consigliere economico del Ministro dell'Industria - si legge ancora su Wikipedia - Dal 1994 ha fatto parte del consiglio di amministrazione dell'Iri, ricoprendovi l'incarico di sovrintendere alle privatizzazioni nel 1997, presidente ed amministratore delegato nel 1999 e presidente del comitato dei liquidatori nel 2002". Infine, Piero Gnudi è anche "membro del direttivo di Confindustria, della giunta direttiva di Assonime, consigliere di amministrazione di Unicredito Italiano" nonché nel direttivo "del comitato esecutivo dell'Aspen Institute", di cui è presidente Giulio Tremonti. Essendo stato però, dal 2002 al 2011 anche presidente del consiglio di amministrazione dell'Enel, qualcuno avrà forse pensato che Mario Monti abbia scelto Piero Gnudi proprio per ridare "energia" allo sport.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: