le notizie che fanno testo, dal 2010

Le Pen: Draghi alla BCE non è indipendente, è uomo degli "americani"

Marine Le Pen, leader del Front national (destra francese), non sembra essere molto soddisfatta della nomina di Mario Draghi alla guida della BCE (Banca centrale europea), facendo intendere che l'ex governatore della Banca d'Italia sarebbe un uomo degli "americani".

Marine Le Pen, leader del Front national (destra francese), non sembra essere molto soddisfatta della nomina di Mario Draghi alla guida della BCE (Banca centrale europea), affermando durante il programma di Lucia Annunziata "In 1/2 ora" in onda su Rai 3 che l'ex governatore della Banca d'Italia "non ha molta credibilità quanto a indipendenza". "Anche lui sappiamo bene da dove viene - aggiunge Le Pen - E' stato un banchiere di una delle maggiori banche americane", forse riferendosi al fatto che Mario Draghi è stato "dal 2002 al 2005 vicepresidente e membro del management Committee Worldwide della Goldman Sachs" nonché "membro dei Board of Trustees del Princeton Institute for Advanced Study e della Brookings Institution", come riporta anche Wikipedia. Insomma, tra le righe, ma neanche troppo, l'esponente della destra francese Marine Le Pen farebbe intendere che Mario Draghi è un uomo degli "americani", visto che a chiusura del suo ragionamento spiega ancora: "Siamo sottomessi alla politica USA. Ormai, quando nominano qualcuno non fanno nemmeno più finta che sia indipendente e non si preoccupano che non abbia conflitti di interesse".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: