le notizie che fanno testo, dal 2010

Draghi: pronto a prolungare QE. BCE non sarà nella Troika per sempre

Di fronte al Parlamento europeo, il presidente della BCE Mario Draghi ha accennato alla possibilità di regolare la dimensione, la composizione e la durata del quantitative easing, cioè l'acquisto di asset da parte della BCE, se sarà necessario aggiungere slancio alla politica monetaria. Inoltre, Draghi ha assicurato che "la BCE non sarà nella Troika per sempre".

Di fronte al Parlamento europeo, il presidente della BCE Mario Draghi ha ammesso che esiste un "rischio al ribasso" sugli sviluppi economici nella zona euro ma assicura che la Banca centrale europea "non esiterà ad agire" nel casa si andranno indebolendo "le prospettive di inflazione nel medio termine". Draghi ha quindi accennato alla possibilità di regolare la dimensione, la composizione e la durata del quantitative easing, cioè l'acquisto di asset da parte della BCE, se sarà necessario aggiungere slancio alla politica monetaria.
Draghi sottolinea infatti che nell'Unione europea "il contesto macroeconomico è diventato più impegnativo" rivelando che le proiezioni macroeconomiche di settembre della BCE "indicano una debole ripresa economica e un aumento più lento dei tassi di inflazione rispetto a quanto previsto all'inizio del 2015".
Rispondendo ad una domanda sulle continue richieste di flessibilità al Patto di stabilità, Mario Draghi ha quindi dichiarato: "Se vogliamo una maggiore condivisione della sovranità e dei rischi, abbiamo bisogno di costruire più fiducia. E per costruire la fiducia abbiamo bisogno del rispetto delle regole".
Durante l'audizione presso la Commissione Affari economici e monetari è stato contenstato a Mario Draghi il fatto che la BCE faccia ancora parte della Troika nonostante le richieste del Parlamento europeo per porre fine a questa situazione. Draghi ha quindi semplicemente assicurato che "la BCE non sarà nella Troika per sempre" pur precisando che che la Banca centrale europea è conforme alla normativa vigente.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: