le notizie che fanno testo, dal 2010

Draghi: "i posti di lavoro devono essere economicamente sostenibili"

Mario Draghi, governatore di Bankitalia e prossimo presidente della BCE, nonché presidente del Financial Stability Board, invita la comunità internazionale a completare "l'attuazione delle riforme", spiegando che per aumentare i posti di lavoro questi dovrebbero essere "economicamente sostenibili".

"E' importante che la comunità internazionale completi la piena attuazione delle riforme se vogliamo veramente costruire un sistema finanziario più resistente". E' quanto afferma Mario Draghi, presidente del Financial Stability Board nonché governatore della Banca d'Italia fino a quando non succederà il primo novembre prossimo a Jean-Claude Trichet alla presidenza della BCE (Banca centrale europea), in un discorso all'International Monetary and Financial Committee (Imfc) del Fondo monetario internazionale (FMI). Per Mario Draghi, infatti, "i rischi sovrani (dei debiti, ndr) e del sistema finanziario sono strettamente interconnessi", richiamando l'attenzione sul fatto che "i governi devono giocare il loro ruolo, rafforzando le loro posizioni di bilancio e irrobustendo la competitività, attraverso riforme strutturali da realizzare in tempi stretti". "Gli ultimi sviluppi sui mercati - avverte Draghi - hanno sottolineato il bisogno di accelerare e pienamente attuare il programma di riforma finanziaria globale allo scopo di fondare istituzioni finanziarie, mercati e infrastrutture più resistenti" mentre "il settore finanziario dovrà continuare a riparare e a rafforzare i bilanci delle banche per ricostruire la resistenza agli shock". Mario Draghi sottolinea infine che una recessione prolungata avrà necessariamente delle "conseguenze sociali", come per esempio la perdita di posti di lavoro. Il presidente del Financial Stability Board rende noto quindi che attualmente nel mondo vi sarebbero circa 205 milioni di persone fuori dal ciclo produttivo, evidenziando che per loro e le loro famiglie "le prospettive non sono splendenti" (per dirla probabilmente eufemisticamente). Mario Draghi sembra però suggerire una soluzione per questo problema. Visto che il numero di "disoccupati" potrebbe "aumentare", e poiché "in un'economia di mercato la creazione di occupazione richiede più della volontà del governo", il governatore della Banca d'Italia sostiene che "i posti di lavoro devono essere economicamente sostenibili" (Ansa). Anche se non sembra chiaro per chi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: