le notizie che fanno testo, dal 2010

Draghi: governi siano inflessibili, pronti per nuove misure correttive

All' "unanimità" il primo consiglio direttivo della BCE guidato da Mario Draghi abbassa i tassi di interesse, e le Borse ringraziano. Ma l'ex governatore di Bankitalia avverte: governi siano "pronti a varare misure di risanamento aggiuntivo".

Durante la prima riunione del consiglio direttivo della Banca centrale europea sotto la presidenza di Mario Draghi, l'ex governatore di Bankitalia abbassa i tassi di interesse di un quarto di punto percentuale (da 1,50% a 1,25%) e le Borse ringraziano, visto che anche Piazza Affari, dopo le disastrose performance degli ultimi tempi, è cresciuta del 3,23%. Emma Marcegaglia di Confindustria definisce quella di Mario Draghi una "decisione molto opportuna e positiva", sottolineando come "la prima mossa di Draghi" sia stata "un sostegno forte alla crescita in un momento difficile". Il neo presidente precisa però che la BCE "non si impegna" in nuovi tagli, specificando che per ridare fiducia ai mercati, e a quegli investitori che debbono tornare a comperare i titoli di Stato, è necessario "mettere in ordine le finanze pubbliche" e "fare le riforme strutturali". "I governi dell'Eurozona devono essere inflessibili sul rispetto degli impegni presi a livello comunitario per assicurare la stabilità finanziaria dell'Europa" spiega ancora Draghi, avvertendo: "I paesi con deficit e debiti più elevati devono essere pronti a varare misure di risanamento aggiuntivo". Un monito che vale probabilmente anche per l'Italia, che non può basarsi, chiarisce Mario Draghi, su "interventi esterni" per far "scendere i tassi sui titoli di Stato". "L'andamento dei tassi sui titoli di Stato dipende dalle politiche nazionali" sottolinea il presidente della BCE, spiegando che far scendere i rendimenti "il pilastro principale è la risposta che arriva dalle politiche nazionali in termini di consolidamento dei conti pubblici e riforme per migliorare la crescita e creare posti di lavoro".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: