le notizie che fanno testo, dal 2010

Mario Balotelli: guai col City e a rischio Nazionale. Scuse a Mancini

Mario Balotelli non giocherà le prossime 6 partite col Manchester City, per volere di Roberto Mancini. A rischio anche la Nazionale dopo il cartellino rosso rimediato contro l'Arsenal.

Brutto periodo per Mario Balotelli. Da una parte la storia del suo presunto flirt con Jenny Thompson (...), che lo giudica "il migliore fuori dal campo", e dall'altra quella che sembra la fine dell'avventura al Manchester City, dopo il doppio fallo contro l'Arsenal che gli è valsa l'espulsione e l'ira del mister Roberto Mancini.
La partita finisce in 10 per il City, con l'1 a 0 per l'Arsenal, e con otto punti di distacco sullo United per la squadra di Mancini, a sole sei partite dalla fine del campionato.
Roberto Mancini ha così perso definitivamente la pazienza per Super Mario, o Bad-otelli come lo chiamano in Inghilterra, annunciando che "le prossime sei partite non le giocherà". In conferenza stampa Mancio sottolinea come Balotelli "a rischiato di essere espulso dopo 20 minuti", a seguito del primo brutto fallo du Alexandre Song, e che quindi continuare a mandarlo in campo ogni volta, nonostante sia "fantastico" è un rischio per tutta la squadra.
"Ogni volta rischieremmo di chiudere in dieci - continua Mancini - Deve cambiare atteggiamento se vuole migliorare, ho visto calciatori di grande talento mandare all'aria le proprie carriere in due o tre anni. Deve cambiare e spero per lui che lo faccia. Non è un cattivo ragazzo, è un calciatore fantastico ma in questo momento mi dispiace per lui, perché spreca il suo talento".
"Se dopo due anni non ha ancora capito che deve cambiare, non posso fare più nulla" ha quindi concluso Roberto Mancini, che sembra ormai essersi arreso nel voler rimettere in carreggiata il "figlioccio", sottolineando amaramente: "Sono deluso da lui. Continua a fare troppi errori. L'ho punito durante il corso della stagione ma lui ancora non cambia atteggiamento".
Atteggiamento che, oltre al fatto di non giocare più per volere di Roberto Mancini, potrebbe portarlo ad avere oltre al cartellino rosso anche 6 giornate di squalifica, visto che Mario Balotelli ha già avuto altri 2 cartellini rossi nel corso della stagione.
Mancini sembra poi lasciar intendere che nel corso del mercato estivo Mario Balotelli potrebbe essere disponibile per qualche altra squadra, ipotesi però che il procuratore dell'attaccante, Mino Raiola, sembra immediatamente fugare: "Ho sentito Roberto e posso garantire che non è sua intenzione vendere Mario", smentendo anche il fatto che Bad-otelli si sia fatto buttare fuori dal campo perché intenzionato a tornare in Italia, come si mormora ormai da diverso tempo.
"Se volesse essere ceduto ci siederemmo con la società e ne parleremmo - precisa il procuratore - Ma lui ha un contratto col City e vuole rimanere in Inghilterra".
In seguito, sempre tramite Mino Raiola, in un comunicato affidato all'Ansa Mario Balotelli chiede ufficialmente scusa a Roberto Mancini.
"Mi dispiace molto per quello che è successo, per la delusione data al Manchester City e in particolare a Roberto Mancini, che stimo e a cui voglio bene" si legge nel comunicato, in cui viene evidenziata l'apprensione del calciatore per una possibile "non" chiamata in azzurro per gli Europei dopo questo fatto.
"Tengo moltissimo alla Nazionale, ma ieri ho commesso due falli di gioco, non di reazione - precisa Balotelli - Non ho infranto il codice etico. Ho già perso la Nazionale per una stupidaggine, non lo farei una seconda volta. Spero di esserci allo stage di aprile".
Cesare Prandelli, Ct della Nazionale, ha fatto sapere che prima di prendere ogni decisione valuterà "attentamente le immagini dell'espulsione", pur precisando come il codice etico venga applicato per "vicende che esulano dal campo, se si tratta di un fallo di gioco il codice etico non sarà applicato".
Sempre nel comunicato, Mario Balotelli riapre infine il gossip sul mercato estivo, spiegando che prima di tutto bisognerà attendere "il verdetto finale della squalifica" mentre per il suo futuro "si vedrà a fine stagione: parlerò col club e vedremo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: