le notizie che fanno testo, dal 2010

Gelmini C-DAY: "manifestazione nasce su un presupposto sbagliato"

Mariastella Gelmini da Fabio Fazio a "Che tempo che fa" parla anche del C-Day che definisce "manifestazione assolutamente legittima ma che nasce su un presupposto sbagliato, cioè l'idea che il governo abbia attaccato la scuola pubblica".

Il ministro Gelmini ha partecipato domenica al programma di Fabio Fazio "Che tempo che fa". La prima domanda di Fabio Fazio è stata sulla manifestazione del C-Day, e difatti chiede al Ministro: "Ieri c'è stata una manifestazione in tutta Italia in difesa della scuola pubblica e della Costituzione, intanto vorrei sapere qual è la sua impressione".
Ecco la risposta testuale del ministro Gelmini che però, durante l'intervista, è apparsa un po' imbarazzata e fuori forma, quasi fosse in un'interrogazione alla maturità (statale): "Ma, guardi, è una manifestazione assolutamente legittima ma che nasce su un presupposto sbagliato, cioé l'idea che il governo abbia attaccato la scuola pubblica e che in particolare lo abbia fatto il presidente del Consiglio. Così non è, era nato un equivoco sulla base di alcune dichiarazioni del presidente Berlusconi, poi ulteriormente chiarito ammesso che ce ne fosse bisogno, e quindi è assolutamente legittimo, come dire, il desiderio di manifestare ma voglio chiarire che da questo governo non c'è nessun attacco alla scuola pubblica. Premesso che io tra l'altro credo che la scuola, cioè, separare la scuola statale dalla scuola paritaria sia un errore perché proprio per le motivazioni che diceva lei perché la scuola è una delle istituzioni più importanti di questo Paese per l'oggi e per il domani, non ha senso separarla in opposte tifoserie, dovremmo tutti insieme concorrere per migliorare la scuola pubblica sia che si tratti di scuola statale sia che si tratti invece di scuola paritaria".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: