le notizie che fanno testo, dal 2010

Riforma PA: stop governo a quota 96 e benefici a vittime del terrorismo

il ministro Marianna Madia ha annunciato che il governo presenterà "4 emendamenti soppressivi" di alcune norme inserite nel decreto per la riforma della Pubblica amministrazione: stop ai quota 96 del comparto scuola e ai benefici previsti con riferimento alle vittime di atti di terrorismo.

A margine dei lavori della commissione Affari costituzionali del Senato, il ministro Marianna Madia ha annunciato che il governo presenterà "4 emendamenti soppressivi" di alcune norme inserite nel decreto per la riforma della Pubblica amministrazione, tra cui quella che avrebbe finalmente mandato in pensione i cosiddetti "quota 96" del comparto scuola, bloccati al lavoro dopo la riforma Fornero. Il pensionamento dei quota 96 avrebbe anche sbloccato l'assunzione di 4mila tra giovani e precari. A criticare fortemente l'emendamento che avrebbe risolto i problemi dei quota 96 era stato, pochi giorni fa, anche il Commissario per la spending review, Carlo Cottarelli. Tra gli altri emendamenti soppressivi che presenterà il governo, c'è quello che rivede i limiti d'età per il pensionamento d'ufficio, eliminando il tetto dei 68 anni inserito per professori universitari e medici. Cancellato anche lo stop alle penalizzazioni per chi va in pensione a 62 anni degli altri dipendenti pubblici. Il governo, inoltre, ha deciso di sopprimere i benefici previsti con riferimento alle vittime di atti di terrorismo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: