le notizie che fanno testo, dal 2010

Commissione Trilaterale a Roma: c'è anche la Boschi. E poi tutti da Papa Francesco

Dopo 33 anni di assenza la Commissione Trilaterale si riunisce in Italia, a Roma, presso l'Hotel Cavalieri di Monte Mario dal 15 al 17 aprile. Tra i membri anche i ministri Maria Elena Boschi e Paolo gentiloni, nonché i renziani Andrea Guerra e Yoram Gutgeld. La Trilaterale sarà inoltre ricevuta da Sergio Mattarella e da Papa Francesco, che avrà l'occazione di bacchettare di persona "i potenti di turno".

Dopo 33 anni di assenza la Commissione Trilaterale si riunisce in Italia, a Roma, presso l'Hotel Cavalieri di Monte Mario dal 15 al 17 aprile (prossimo appuntamento dal 24 al 26 marzo 2017 a Washington, USA). Da tempo ormai, dal sindacato alle opposizioni, viene denunciata la forte "attenzione del governo nei confronti dei grandi soggetti portatori di interessi particolari" anche perché fu Sergio Marchionne, di Fiat Chrysler, a rivelare nel 2014 che in Italia bisognava "togliere i rottami dai binari e far ripartire il treno" e per questo, dichiarò: Matteo Renzi "l'abbiamo messo là per quella ragione". Forse per ricambiare di questa gentilezza, il governo non ci pensa due volte ed invia alla Trilaterale il ministro delle Riforme nonché per i rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi, da molti considera il braccio destro del premier mentre per qualcuno Matteo Renzi ne sarebbe addirittura "subalterno".

Stando al programma pubblicato da Dagospia infatti nella giornata di oggi Maria Elena Boschi, assieme ai renziani "Andrea Guerra, anche lui fino a pochi mesi fa a Palazzo Chigi, e Yoram Gutgeld, che per conto di Renzi dovrebbe occuparsi di spending review" come sottolinea Luigi Bisignani su Il Tempo si incontreranno all'Hotel Cavalieri per discutere come "modellare il futuro dell'Italia in Europa", dibattito mediato da Monica Maggioni che non è solo la presidente della Rai ma una abitué del Gruppo Bilderberg (altro think tank di intellettuali filantropi). A moderare il successivo dibattito sarà invece Jean-Claude Trichet che con Mario Monti (ex presidente europeo della Commissione Trilaterale ed ex membro del comitato direttivo del Gruppo Bilderberg) ed Herman Van Rompuy tra gli altri decideranno "la direzione del progetto europeo".

I partecipanti alla Commissione Trilaterale verranno quindi ricevuti al Quirinale dal Presidente Sergio Mattarella. E' noto invece come Papa Francesco spesso si scagli contro quella "economia di mercato, regolata dalla finanza e dagli affari". Ma se da una parte Bergoglio punta il dito contro "i potenti di turno" dall'altra li accoglie in udienza privata, nella speranza che ricordi ai membri della Trilaterale che è inaccettabile il fatto che "le banche internazionali e le corporazioni transnazionali sono 'ora' attori e pianificatori nei termini in cui un tempo erano attribuiti i concetti politici di Stato-Nazione" che "ha cessato di esistere", come analizzò Zbigniew Brzezinski, tra i fondatori della Commissione Trilaterale, nel suo libro "Tra due età: il ruolo degli Stati Uniti nell'era tecnotronica" (ed era il 1971).

Nella giornata del 16 aprile alla Commissione Trilaterale interverrà poi anche un altro esponente del governo, il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni che esporrà il suo pensiero sui "tumulti in Medio Oriente" iniziati con le primavere arabe ma che potrebbero finire con un "profondo inverno". Ma la Commissione Trilaterale affonterà anche vari altri temi come le minacce nucleari della Corea del Nord e il dover affrontare una non meglio specificata "distruzione digitale".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: