le notizie che fanno testo, dal 2010

Simoncelli: a Valencia MotoGP, Moto2 e 125 accese che rombano insieme

Altro che "minuto di silenzio" al GP di Valencia, per ricordare come si deve SuperSic, ci vuole il rombo dei motori. Il padre di Marco Simoncelli chiede che al prossimo GP si onori il figlio con "un minuto di casino con tutte le moto della MotoGP, della Moto2 e della 125 accese che rombano insieme".

Il padre di Marco Simoncelli chiede di ricordare suo figlio al GP di Valencia non con il classico "minuto di silenzio" ma con un minuto di "assoluto casino". Dice Paolo Simoncelli, padre di Marco e suo primo tifoso: "Domenica prossima, durante il GP di Valencia, vorrei che invece di osservare un minuto di silenzio in onore di Marco, venisse fatto un minuto di casino con tutte le moto della MotoGP, della Moto2 e della 125 accese che rombano insieme". Un saluto rombante che, come riporta il Resto del Carlino in cronaca di Fermo è già stato fatto, oltre che in altre parti d'Italia, anche a Porto Sant'Elpidio dove, in una moto-fiaccolata è stato anche ricordato "l'elpidiense Simone Tassotti che, proprio come Simoncelli, è stato vittima di un tragico incidente in moto" (http://is.gd/qXGDDS). Emblematica poi la dichiarazione degli appassionati delle due ruote riportata dal quotidiano: "La moto ci emoziona ci unisce, ci dona e ci priva. La moto si ama, non vi è al mondo nessun amore che non porti sofferenza". Intanto si rincorrono le voci (e le raccolte di firme) che vogliono che sia intitolato il circuito di Misano Adriatico a Marco Simoncelli. Dice il padre: "Sarebbe un regalo immenso, un omaggio meraviglioso. Io sarei disposto a fare un museo con le tute e le cose di Marco perché i tifosi possano rendergli omaggio".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: