le notizie che fanno testo, dal 2010

Mengoni: Michael Jackson non si è mai amato abbastanza

Anche Marco Mengoni commemora l'anniversario della tragica morte di Michael Jackson con un articolo-lettera che racconta come il cantante sia stato influenzato ed ammirato dal Re del Pop.

Tra due giorni cadrà l'anniversario della tragica morte di Michael Jackson e tra i tanti che hanno voluto ricordarlo, con un pensiero speciale, c'è anche Marco Mengoni, la giovane star del pop nata dal programma X Factor di Rai2 che sta avendo un incredibile successo. Come tanti altri artisti anche Marco Mengoni si ispira alla stella più luminosa che ha brillato nel firmamento del pop, e ha voluto fare un omaggio a Michael Jackson scrivendo "Quanto ti ho amato, Re incapace di vivere", un articolo pubblicato su "Vanity Fair" che racconta la vita di Mengoni cresciuta sotto il segno di Michael. Il primo contatto con la musica di Michael Marco Megoni l'ha avuto, come lui stesso scrive, ascoltando "Black or White" e da allora è "impossibile spiegare l'effetto che hanno avuto su di me quei video, quei brani", aggiunge Mengoni. Ma come i tanti fan che hanno veramente amato Michael Jackson anche Marco Mengoni è rimasto colpito da "quel tormento interiore che non gli ha dato pace" e riconoscere che nonostante sia stato "uno degli idoli pop più amati del pianeta" non sia mai riuscito ad amarsi abbastanza "sempre alla ricerca di qualcosa di irraggiungibile". In questo lungo articolo-lettera rivolta alla stella Michael che ora brilla in cielo, Marco Mengoni ricorda anche l'emozione che ha provato nella sua prima puntata di X Factor quando ha intonato "Man in the Mirror" riproposta anche ai Wind Music Awards di qualche giorno fa. In quell'occasione a presentare Mengoni fu Luca Tommasini che l'ha paragonato a Michael Jackson per il modo in cui si esibisce sul palco. Un grande complimento visto che il coreografo ha avuto la fortuna di lavorare con il Re Jacko.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: