le notizie che fanno testo, dal 2010

Roberti avverte su rischio jihadisti tra migranti: stop a politica porte aperte, chiede Marin (Fi)

"Il Procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti, non esclude la presenza di jihadisti tra le migliaia di migranti che continuano a sbarcare sulle nostre coste", avverte in un comunicato Marco Marin di FI.

"Il Procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti, non esclude la presenza di jihadisti tra le migliaia di migranti che continuano a sbarcare sulle nostre coste e mette in guarda sulla possibilità che chi arriva possa entrare nel circuito della radicalizzazione e della violenza nei prossimi anni. - riferisce in un comunicato Marco Marin, parlamentare di Forza Italia - Tutto questo porta con sé due evidenze. Da una parte, l'assurdità di quella politica delle 'porte aperte' e dei flussi migratori incontrollati che sta trasformando la nostra Italia in un grande parcheggio della disperazione. Dall'altra la follia di una cittadinanza a buon mercato che la sinistra vuole dare in tempi rapidi."

"Da mesi Matteo Renzi, premier abusivo, sottovaluta l'emergenza che gli italiani stanno vivendo e minimizza i pericoli che provoca l'immigrazione incontrollata per la sicurezza del nostro Paese. Sicurezza che viene tutelata solo grazie al fondamentale lavoro delle nostre Forze dell'ordine a cui non diremo mai abbastanza grazie e con cui siamo senza se e senza ma. Anche per questo, l'Italia che noi abbiamo in mente è molto diversa da quella di Renzi" conclude.

© riproduzione riservata | online: | update: 03/08/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Roberti avverte su rischio jihadisti tra migranti: stop a politica porte aperte, chiede Marin (Fi)
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI