le notizie che fanno testo, dal 2010

Rete Imprese: 61% aziende chiude per fisco opprimente. Così non c'è ripresa, dice Marin (Fi)

"I numeri non hanno colore politico e quelli diffusi oggi da Rete Imprese dicono che, nel 2015, 390 aziende al giorno hanno chiuso i battenti a causa di un fisco opprimente, che raggiunge livelli altissimi di incidenza come in pochissimi altri paesi d'Europa", informa in una nota Marco Marin, senatore forzista.

"I numeri non hanno colore politico e quelli diffusi oggi da Rete Imprese dicono che, nel 2015, 390 aziende al giorno hanno chiuso i battenti a causa di un fisco opprimente, che raggiunge livelli altissimi di incidenza come in pochissimi altri paesi d'Europa. Una media del 61% che, a causa delle tasse locali, arriva addirittura al 70% in alcune zone del nostro Paese" riferisce in una nota Marco Marin, parlamentare di Forza Italia.
"Soprattutto i piccoli e medi imprenditori italiani sono soffocati dal macigno delle tasse e il loro 'fare impresa' in queste condizioni è un vero e proprio gesto di coraggio. - sottolinea - I numeri dimostrano che l'Italia è ben lontana dall'agganciare la ripresa come invece sono oramai riusciti a fare molti altri Paesi. Questo perchè per ripartire non bastano gli slogan, di cui il governo Renzi è maestro, ma servono fatti concreti, di cui invece è totalmente incapace".
"Ultimo esempio? Il Jobs Act. - evidenzia il senatore azzurro - I numeri forniti ieri dall'Inps sono la testimonianza più vera che si sta parlando di un Flops Act. Infatti l'annunciato effetto 'miracoloso' del Jobs Act non c'è stato e non ci sarà. La verità è che questo governo abusivo non solo non risolve i problemi dei cittadini, ma riesce persino a peggiorarli. Gli Italiani lo hanno capito e presenteranno a Matteo Renzi il conto già a partire dal referendum di ottobre chiudendo così, una volta per tutte, la stagione di questo premier abusivo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: