le notizie che fanno testo, dal 2010

Juventus, striscione anti-Borriello: mercenario senza onore né dignità

I tifosi della Juventus non hanno perdonato a Marco Borriello il rifiuto di passare al club bianconero nell'estate 2010 per andare alla Roma. Uno striscione mostrato al Via Del Mare dà del "mercenario" al neo acquisto della Juventus ma il tecnico Antonio Conte smorza gli animi: "Non è stato un rifiuto, fu la Roma a bruciare la Juventus".

Non si può certo dire che l'arrivo di Marco Borriello alla Juventus abbia entusiasmato i tifosi bianconeri. Allo stadio Via Del Mare, in occasione del match di Serie A contro il Lecce, i supporters juventini hanno contestato l'arrivo dell'attaccante napoletano dalla Roma. "Borriello: mercenario senza onore né dignità", recita uno striscione esposto in tribuna, in ricordo di come l'attaccante abbia rifiutato poco più di un anno fa il passaggio alla Juventus per accettare la corte dei giallorossi. Il tecnico Antonio Conte ha smorzato gli animi, affermando che Borriello "è un calciatore della Juve a tutti gli effetti". "Il suo non è stato un rifiuto - ha precisato l'allenatore bianconero - fu la Roma a bruciare la Juventus. Ora è qui e ci darà una mano". Il centravanti napoletano rimarrà a Torino almeno fino a giugno in prestito, quando la società bianconera potrà dedidere se riscattarlo o meno.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: