le notizie che fanno testo, dal 2010

Cassazione: giusto il no alla scarcerazione di Dell'Ultri, reati troppo gravi

La Cassazione conferma la sentenza del tribunale di sorveglianza di Bologna e nega la scarcerazione di Marcello Dell'Utri, condannato per concorso esterno in associazione mafiosa.

La Cassazione giudica corretto il no alla scarcerazione di Marcello Dell'Utri deciso il 14 febbraio 2017 dal tribunale di sorveglianza di Bologna. I giudici hanno infatti sottolineato che Dell'Utri, tra i fondatori di Forza Italia condannato per concorso esterno in associazione mafiosa, non può essere scarcerato per via della gravità dei suoi reati.

I legali di dell'Utri chiedevano inveece alla Cassazione che si tenesse conto del periodo di ¤pena espiato dal 12 aprile 2014, giorno dell'arresto in un albergo della capitale libanese Beirut, al 12 aprile dell'anno successivo, applicando i benefici introdotti da un dl del 2013 per ridurre il sovraffollamento delle carceri, con sconti di pena fino a 75 giorni ogni semestre.

© riproduzione riservata | online: | update: 23/10/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Cassazione: giusto il no alla scarcerazione di Dell'Ultri, reati troppo gravi
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI