le notizie che fanno testo, dal 2010

Dopo strage Nizza e golpe Turchia quali sono priorità del governo, chiede Carfagna

"Di fronte ai tragici fatti di Nizza e alla drammatica situazione in Turchia, sono tanti gli interrogativi che rischiano di restare senza risposte. Quanto il governo è disposto ad investire e a combattere in Europa per difendere la sicurezza dei popoli europei?", domanda in una nota Mara Carfagna di FI.

"Di fronte ai tragici fatti di Nizza e alla drammatica situazione in Turchia, sono tanti gli interrogativi che rischiano di restare senza risposte. Uno in particolare però merita di essere posto con forza. Dov'è l'Europa? E quale direzione intende prendere? E l'Italia? Abbiamo capito bene quali siano o dovrebbero essere le nostre priorità? E' più importante un bilancio in ordine o garantire la sicurezza?" domanda in una nota la deputata di Forza Italia Mara Carfagna.

"I parametri europei di contabilità pubblica vennero definiti, nelle loro linee generali, con il Trattato di Maastricht nel 1992, sono superati eppure sopravvivono, mettono in ginocchio le nostre economie e limitano l'azione a tutela della nostra sicurezza. Per questo in Parlamento ho chiesto al governo di definire l'indice di priorità del Paese. Prima la sicurezza, poi il resto" prosegue.

"Il Paese, lo Stato, non è di proprietà del governo di turno. - ricorda quindi l'ex ministro - Credo sia sempre più necessaria una riflessione comune sulle prioritaà del Paese. Non chiediamo 'piani quinquennali'. Ma sapere quanto il governo è disposto ad investire e a combattere in Europa per difendere la sicurezza dei popoli europei. O se la vita umana, minacciata dalla guerra in atto, ha lo stesso valore di un parametro di Maastricht".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: