le notizie che fanno testo, dal 2010

Manuela Arcuri non "disponibile" per Berlusconi, neanche per Sanremo

Nella lista stilata dai pm di Bari, dove compaiono le ragazze che Giampaolo Tarantini contattava per accompagnarle alle "riunioni conviviali" con il premier, compare anche il nome di Manuela Arcuri, che però rifiutò "l'invito".

I pm di Bari hanno chiuso le indagini su Giampaolo Tarantini e nella lista delle ragazze che l'imprenditore "ricercava" per poi accompagnarle nelle residenze di Silvio Berlusconi, per quelle che i legali del premier definiscono "riunioni conviviali", compare anche il nome di Manuela Arcuri. Non è la prima volta che il nome della Arcuri compare in merito a questa inchiesta, tanto che nel 2009, intervistata da "Diva e Donna", l'attrice di Anagni spiegava che alle cene organizzate a Palazzo Grazioli "vi ha partecipato mezzo cinema italiano - raccontando - Registi di sinistra, uomini di tutte le culture, politici, direttori di giornali e musicisti. Si mangiava alle 21.30 e a mezzanotte tutti a casa, perché il premier cominciava riunioni di lavoro notturne". Manuela Arcuri allora affermava anche che non si sarebbe mai innamorata di Silvio Berlusconi, precisando: "Forse, se avesse trent'anni di meno. Semmai mi innamorerei di un ragazzo come il figlio Pier Silvio. Ma è fidanzato e io neanche li guardo gli uomini delle altre". Negli atti depositati dai magistrati di Bari, infatti, gli investigatori avrebbero spiegato che Tarantini avrebbe cercato di indurre Manuela Arcuri "a prostituirsi in favore di Silvio Berlusconi, promettendole che egli l'avrebbe favorita per la conduzione del festival di Sanremo, non riuscendo a portare a termine il suo proposito a causa del rifiuto opposto della stessa". Sembra che ci fu anche un'altra occasione in cui Tarantini, pare assieme alla showgirl Francesca Lana, cercò di "convincere" la Arcuri ad essere "disponibile" con il premier. Nel capo di imputazione si leggerebbe infatti che i due avrebbero compiuto "atti idonei e diretti in modo non equivoco a indurre Manuela Arcuri a prostituirsi in favore di Silvio Berlusconi prospettandole la possibilità di un personale interessamento di quest'ultimo (sollecitato vieppiù dalla stessa Arcuri) per consentire la partecipazione del fratello ad una trasmissione televisiva, non riuscendo a portare a termine il loro proposito per ragioni indipendenti dalla loro volontà".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: