le notizie che fanno testo, dal 2010

Moscatt (PD): no a diktat Commissione Europea su latte in polvere

"Da quanto si apprende, è ormai evidente che la Commissione Europea voglia iniziare una procedura d'infrazione contro l'Italia imponendo diktat al governo sull'utilizzo del latte in polvere concentrato per la preparazione di prodotti lattiero caseari, chiedendone la fine del divieto di utilizzo", così in un comunicato Moscatt, componente del Partito Democratico .

"Da quanto si apprende - scrive in una nota il componente della Commissione Affari Europei Antonino Moscatt, deputato del PD -, è ormai evidente che la Commissione Europea voglia iniziare una procedura d'infrazione contro l'Italia imponendo diktat al governo sull'utilizzo del latte in polvere concentrato per la preparazione di prodotti lattiero caseari, chiedendone la fine del divieto di utilizzo. La legge n.138 del 1974 è stata emanata, non per limitare la circolazione delle merci, bensì per evitare che a danno dei formaggi italiani, possano essere commessi frodi e/o atti illeciti e per garantire la qualità e l'autenticità dei prodotti caseari. Ho sottoscritto la mozione presentata dalla collega Mongiello, per chiedere al governo di non intraprendere alcuna iniziativa che possa modificare o sopprimere la legge 11 aprile 1974, n. 138, e di sostenerla stabilmente in ogni sede europea. Tale normativa, va ricordato, è tra le più progredite e previdenti in materia di produzione lattiero casearia. Ogni suo articolo è inderogabile e necessario per garantire la sicurezza sanitaria e la salute dei consumatori. Mi auguro vivamente che la qualità dei nostri formaggi, tra i simboli del Made in Italy, non venga intaccata da questa assurda dichiarazione della Commissione Europea, e che riusciremmo a far valere le nostre ragioni in sede europea."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: