le notizie che fanno testo, dal 2010

Maddie: Cameron riapre il caso. Si cerca "pezzo mancante del puzzle"

I genitori di Madeleine 'Maddie' McCann hanno chiesto al premier britannico, attraverso una lettera, di riaprire il caso della figlia scomparsa 4 anni fa in Portogallo. David Cameron li accontenta e riapre l'inchiesta. Si cerca, spiega il padre di Maddie, il "pezzo mancante del puzzle".

I genitori di Madeleine 'Maddie' McCann, la piccola bambina inglese scomparsa il 3 maggio del 2007 da una camera d'albergo dove dormiva con i suoi due fratellini gemelli mentre i genitori erano a cenare con degli amici, in Portogallo, hanno scritto una lunga lettera toccante al premier britannico David Cameron, per pregarlo di riaprire l'inchiesta.
Maddie non aveva ancora 4 anni quando scomparse nel nulla, e ieri, proprio il giorno dell'ottavo compleanno della bambina, David Cameron, rispondendo alla lettera, annuncia la riapertura delle indagini. A pubblicare la notizia per primo, con tanto di lettera del primo ministro inglese, "The Sun", che da sempre segue periodicamente questa triste vicenda.
Come riporta "The Sun", Camerun, che quando Maddie scomparve era ancora all'opposizione, ha ordinato alla polizia del MET di riaprire tutti i file su Madeleine per una revisione completa di tutte le prove finora raccolte, ordinando inoltre al commissario del Metropolitan Police Service, Sir Paul Stephenson, di mettere in piedi una squadra di investigatori per cercare di risolvere questo giallo. Sembra anche, sempre stando al "The Sun", che un gruppo di questi investigatori verrà inviato in Portogallo nel più breve tempo possibile. David Cameron nella lettera di risposta ai genitori di Maddie, Kate e Gerry, scrive che "il suo cuore è rivolto ad entrambi" sottolineando come il "loro calvario sia il peggior incubo per ogni genitore". "Non posso immaginare il dolore che dovete aver sperimentato in questi quattro anni angoscianti - continua il premier - e la forza e la determinazione che avete dimostrato per tutto quello che avete passato è notevole". David Cameron spiega così di aver chiesto al ministro degli Interni di fare tutto il possibile per aiutare a trovare Madeleine, augurandosi che la nuova inchiesta che sarà condotta dalla Metropolitan Police Service "possa contribuire a rafforzare gli sforzi nella ricerca di Madeleine". Il primo ministro britannico, quindi, ha promesso di rimanere sempre "in stretto contatto" con la famiglia di Maddie, per informarli di ogni eventuale sviluppo. Questa riapertura del caso, di cui finora si è occupata principalmente la polizia portoghese, sembra che sia stata possibile dopo una lunga "battaglia" a Westminster, resasi necessaria per far cadere le ultime reticenze. Il padre di Madeleine 'Maddie' McCann, Gerry, ha spiega infine che"i file sulla scomparsa di sua figlia non sarebbero conservati su un singolo database", sperando quindi che "mettendoli finalmente tutti insieme si riuscirà a scoprire il pezzo mancante del puzzle".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: