le notizie che fanno testo, dal 2010

Graduatorie d'istituto 2014: ricorso abilitandi PAS. Anief: MIUR ignora Consiglio di Stato

Il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini ha firmato il decreto che regola l'aggiornamento delle Graduatorie d'istituto 2014, dove si prevede anche punteggi differenziati a seconda dei titoli di abilitazione ottenuti. Gli abilitandi PAS sembrano essere pronti a fare ricorso, con l'Anief che sottolinea come il MIUR avrebbe "ignorato il parere del Consiglio di Stato" e sottolineando che si prospetta una "nuova guerra tra poveri".

Nel 2012 il MIUR, allora guidato dal Ministro Francesco Profumo, in una nota a margine sul TFA, precisava "la procedura per i docenti con 36 mesi di servizio sarà costituita da un percorso formativo e da un esame da sostenere e superare per conseguire l’abilitazione. Tale procedura fa eccezione alla logica programmatoria cui è improntato il TFA disciplinato dal D.M. n.249 ma cerca di dare risposta all’esigenza di regolarizzare la situazione di migliaia di persone che hanno permesso negli ultimi anni alle scuole statali e paritarie di funzionare nonostante l’assenza di abilitati". Il MIUR quindi sottolineava che "ove si trascurasse questa emergenza, potremmo incorrere, oltre che in un aggravamento della presenza di non abilitati nella scuola, in probabili sentenze di condanna dell’Amministrazione a dare attuazione al D. Leg.vo 9/11/2007 n. 206 che, in esecuzione della direttiva comunitaria 2005/36 CE, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali, fa discendere il riconoscimento dell’abilitazione anche all’effettivo svolgimento dell’attività professionale per almeno tre anni sul territorio dello Stato membro in cui è stato conseguito o riconosciuto il titolo di laurea, previo apposito percorso di abilitazione".

Ed infatti, gli abilitandi PAS sembrano essere pronti a fare ricorso contro il decreto firmato il 7 maggio dal Ministro Stefania Giannini che regola l'aggiornamento delle Graduatorie d'istituto 2014 prevedendo anche punteggi differenziati a seconda dei titoli di abilitazione ottenuti. L'Anief (Associazione sindacale professionale) annuncia infatti che "si profila una nuova battaglia nei tribunali" dopo la firma del decreto sulle Graduatorie d'istituto, lamentando il fatto che saranno "penalizzati i 65.000 docenti che frequenteranno i PAS dopo aver svolto tre anni di servizio come insegnanti. Premiata la selezione ai corsi TFA senza supporto normativo, mentre sono esclusi i 7.000 idonei dell’ultimo concorso. Assegnati 12 punti per ogni anno universitario di frequenza dei corsi abilitanti sul modello SSIS a SFP e TFA". Inoltre, l'Anief sottolinea come il MIUR avrebbe "ignorato il parere del Consiglio di Stato che aveva sospeso il giudizio sul nuovo regolamento di modifica del TFA ordinario proprio per l’assenza del CNPI decaduto" annunciando appunto "una nuova tabella di valutazione dei titoli per le graduatorie d’istituto che lascia scontenti un po’ tutti, specialmente coloro che sono risultati idonei all’ultimo concorso a cattedra o si abiliteranno con i PAS". Per l'Associazione, questa situazione alimenterà solamente una "nuova guerra tra poveri che infiammerà i tribunali italiani".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: