le notizie che fanno testo, dal 2010

Concorso docenti, MIUR: operazione trasparenza. Ma i conti non tornano

Il MIUR lancia l'Operazione Trasparenza sul concorso docenti del 2012, spiegando però che dei 11.542 posti a bando solo "3.255 sono stati immessi in ruolo ad agosto", e questo nonostante l'ex ministro dell'Istruzione Francesco Profumo aveva spiegato che "i posti a disposizione sarebbero stati ripartiti in 7.351 per l'anno scolastico 2013-2014 e 4.191 per il 2014-2015".

Su 11.542 posti a bando del concorso docenti indetto il 24 settembre 2012, ad oggi "i vincitori sono 8.303" perché restano aperte diverse procedure concorsuali (13 in Toscana, 16 nel Lazio, 4 in Sicilia, 4 in Calabria, 1 in Veneto). Di questi 8.303 vincitori del concorso scuola, però, solo "3.255 sono stati immessi in ruolo ad agosto" comunica il MIUR in una nota intitolata "Scuola, Operazione Trasparenza sul concorso dei docenti". Quindi, appena il 39% dei vincitori sono stati assunti a tempo indeterminato. La trasparenza del MIUR nel fornire i dati relativi alle procedure del concorso docenti, però, viene offuscata quando si tratta di chiarire quando verranno immessi in ruolo i restanti vincitori, visto che il Ministero dell'Istruzione annuncia vagamente che "saranno assunti nel corso dei prossimi anni". L'ex ministro dell'Istruzione Francesco Profumo, in realtà, il 1 settembre 2012 aveva invece promesso che "a settembre 2013 saranno assegnate altre quasi 24mila cattedre, e cioè 11.892 posti (ridotti poi nel bando agli attuali 11.542, ndr) usciranno dal concorso scuola e altrettanti posti saranno messi a disposizione dal MIUR attingendo dalle attuali graduatorie". Il MIUR invece rende noto che "in totale ad agosto sono stati assunti da concorso (quello del 2012 e quelli precedenti) 4.089 insegnanti. I rimanenti posti sono andati a docenti presenti nelle Graduatorie ad esaurimento (Gae)". Profumo annunciava poi che nel maggio 2013 sarebbe dovuto uscire "un nuovo concorso docenti per la scuola statale, disciplinato da nuove regole di reclutamento in fase di preparazione, che assegnerà in tutto circa 10mila posti, e cioè metà cattedre per i vincitori del concorso e metà attingendo dalle graduatorie". Pochi giorni dopo le parole di Profumo, però, la FLC CGIL rivelava invece come "il numero di posti per cui è bandito il concorso, e cioè 11.892, è da distribuirsi nel triennio di valenza del concorso" quindi, concludeva il sindacato, "praticamente briciole, visti gli effetti della legge Fornero sulle pensioni". Ma i conti non tornano comunque. Sempre Profumo, davanti alla commissione Cultura della Camera, il 25 settembre 2012 spiegava che i posti a disposizione sarebbero stati ripartiti in 7.351 per l'anno scolastico 2013-2014 e 4.191 per il 2014-2015. Attualmente, invece, gli assunti sono appena 3.255. Dei 5mila posti da docente che sarebbero dovuti essere messi a bando nel maggio 2013, invece, sembra che si sia persa memoria, almeno al MIUR.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: