le notizie che fanno testo, dal 2010

Agenda digitale: MISE avvia progetto pilota per uso condiviso dello spettro

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha avviato un progetto pilota per la sperimentazione dell'uso condiviso dello spettro basato sull'approccio Licensed Shared Access (LSA). La sperimentazione avrà luogo in uno scenario prevalentemente indoor e prevede il dispiegamento di un sistema radio basato su tecnologia LTE nelle frequenze della banda 2.3-2.4 GHz.

"Il Ministero dello Sviluppo Economico ha avviato un progetto pilota per la sperimentazione dell'uso condiviso dello spettro basato sull'approccio Licensed Shared Access (LSA). Il Licensed Shared Access è un approccio regolamentare sviluppato per rendere possibile l'impiego condiviso, flessibile e dinamico dello spettro e migliorarne l'efficienza d'uso" si informa attraverso una nota. Il MISE spiega quindi che "l'iniziativa nasce dalla proposta di collaborazione del Joint Research Centre, il servizio scientifico della Commissione Europea, che il Ministero ha accolto. - aggiungendo - Il progetto rappresenta un'iniziativa di avanguardia per approfondire il ruolo dello spectrum sharing come strumento per l'uso efficiente dello spettro e, più in generale, per il perseguimento degli obiettivi fissati dal Radio Spectrum Policy Programme, pilastro fondamentale dell'Agenda digitale europea". Il Ministero precisa che "il progetto sarà realizzato a Roma con la collaborazione tecnica della Fondazione Ugo Bordoni e con il coinvolgimento di partner industriali provenienti da molti paesi europei: Nokia Networks, PosteMobile, Qualcomm Technologies, Inc per l'Italia; Cumucore e Fairspectrum, per la Finlandia; Red Technologies per la Francia. - specificando - La sperimentazione avrà luogo in uno scenario prevalentemente indoor e prevede il dispiegamento di un sistema radio basato su tecnologia LTE nelle frequenze della banda 2.3-2.4 GHz. Per questa banda è, infatti, in fase di ultimazione il quadro regolamentare europeo per l'uso armonizzato delle frequenze da parte di sistemi di comunicazione elettronica, che include anche l'approccio condiviso basato sull'approccio LSA".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: