le notizie che fanno testo, dal 2010

Super Luna a 350mila Km dalla Terra è causa di Tsunami Giappone?

E' forse stata la così "poca" distanza tra la Terra e la Luna a provocare il terremoto e il conseguente tsunami che ha devastato il Giappone? Secondo uno scienziato russo è una teoria possibile, mentre la NASA sembra escluderlo.

E' forse stata la così "poca" distanza tra la Terra e la Luna a provocare il terremoto e il conseguente tsunami che ha devastato il Giappone? Come ormai tutti sapranno, nella notte tra il 19 e il 20 marzo in cielo ci sarà quella che è già stata ribattezzata Super Luna, poiché sabato cade la Luna piena in concomitanza con il perigeo lunare, cioè la distanza minima tra il nostro satellite e la Terra. Un fenomeno che lascerà molti a bocca aperta, visto che la Luna sembrerà più grande del ben 14%. Ma secondo lo scienziato russo Arkady Tishkov, questo non sarà l'unico effetto della Super Luna. Il vice direttore dell'Istituto di Geografia presso l'Accademia delle Scienze russa spiega, in un'intervista al settimanale la "La Voce della Russia", che poiché la "Luna si trova ad una distanza di circa 350 mila chilometri dalla Terra, ossia alla minima distanza dal nostro pianeta" allora "la sua massa" potrebbe avere "un grande impatto sulla litosfera della Terra". Lo scienziato Arkady Tishkov ricorda, infatti, che esiste una teoria "secondo cui i cicli di attività sismica della Terra" sono "strettamente correlati ai processi che si verificano sul Sole nonché alle fasi lunari". In poche parole, Tishkov ipotizza che il fortissimo terremoto del Giappone (8.9 secondo la Scala Richter) e il conseguente terribile tsunami potrebbe essere stato causato da questa vicinanza della Luna al pianeta Terra.
A smentire immediatamente lo scienziato russo (neanche fossimo in piena guerra fredda), un esperto della NASA, cioè James Garvin, responsabile del Goddard Space Flight Center. "Gli effetti sulla Terra di una super moon sono minori - spiega James Garvin - e secondo i più approfonditi studi da parte di sismologi e vulcanologi non dovrebbe pregiudicare l'equilibrio dell'energia interna della Terra in quanto ci sono delle maree lunari ogni giorno". "Le piccole differenze nelle forze di marea esercitate dalla Luna (e il sole) - conclude lo scienziato della NASA - non sono sufficienti a superare radicalmente le forze molto più grandi all'interno del pianeta".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: