le notizie che fanno testo, dal 2010

Dopo Brexit in UE serve l'unione politica, dice Zanda (PD)

"Le conseguenze del referendum sono molto serie. Aprire immediatamente il cantiere dell'unificazione politica del nostro Continente", informa in una nota Luigi Zanda del Partito Democratico.

"Le conseguenze del referendum sono molto serie. L'uscita della Gran Bretagna deve essere rapidissima e non negoziata. L'Europa ha una via d'uscita positiva che l'Italia - rende noto l'esponente PD Luigi Zanda -, in tutti i consessi europei, indica da tempo: aprire immediatamente il cantiere dell'unificazione politica del nostro Continente. Soltanto una federazione di Stati che, nel mantenere i propri valori, costituiscano democraticamente una vera unità politica può permetterci di rafforzarci crescere e competere a livello mondiale."
"Nel voto di Londra c'è un'evidente sottovalutazione delle conseguenze negative dell'uscita della Gran Bretagna dall'Unione europea. Ma tutti sapevamo da tempo che un'unione solo economica e non anche politica avrebbe avuto vita molto difficile" sottolinea in conclusione il senatore.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: